Morte di Matilda, dopo otto anni si riapre il caso

Al centro delle nuove indagini l'ex fidanzato della madre. La piccola venne uccisa da un calcio

Un dramma senza fine, un'inchiesta che non riesce ad arrivare a una conclusione e, per questo, riparte. Riaperto il fascicolo sulla morte di Matilda, la bimba di due anni uccisa nell’estate del 2005 a Roasio, in provincia di Vercelli, in seguito a un calcio. Il gup del Tribunale di Vercelli ha deciso di revocare il non luogo a procedere nei confronti di Antonio Cangialosi, l’ex fidanzato di Elena Romani, la madre della piccola, assolta con sentenza passata in giudicato nel 2011. Nella casa dove morì Matilda c'erano solo la mamma e l’uomo. 

Commenti
Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 03/04/2013 - 15:01

Povera creatura. Morta ammazzata come neanche ad un animale oggi si fa. Se guardo la foto dell'articolo mi si stringe il cuore nel vederla così bella, sorridente e tanto piena di vita che sprizza gioia da tutti i pori! Siano maledetti quelli che le hanno fatto del male. Per l'eternità!!

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 03/04/2013 - 19:28

Spero abbia giustizia con punizione ESEMPLARE.