Napoli, dopo la morte di Salvatore Giordano chiusa galleria Umberto I

Un ragazzo è rimasto colpito da un cornicione sabato: in corso verifiche. 45 gli avvisi di garanzia

Il 14enne Salvatore Giordano è morto mercoledì all'ospedale Loreto Mare, dove era ricoverato in coma farmacologico, per essere stato colpito pochi giorni da un pezzo di cornicione crollato in galleria Umberto I a Napoli.

L'incidente era accaduto nel pomeriggio di sabato scorso. Il ragazzo si trovava con alcuni amici in via Toledo, dove si trova uno degli ingressi alla galleria, quando un cornicione ha ceduto, colpendolo alla testa.

Fatti tragici, al vaglio della procura, che ieri ha spiccato 45 avvisi di garanzia indirizzati tra gli altri ai funzionari dell'ufficio tecnico comunale e agli amministratori e proprietari dei locali che si trovava nell'ala della galleria interessata dal crollo.

I reati ipotizzati sono di omicidio colposo e crollo colposo: atti dovuti, come hanno spiegato i magistrati, che stanno lavorando per capire innanzitutto a chi sia da attribuire la responsabilità. Nei mesi scorsi un'area di galleria Umberto I era stata transennata per la caduta di calcinacci, che non aveva provocato problemi particolari, ma che forse - anche su questo si lavora - poteva essere un segnale da prendere in considerazione.

Sempre ieri il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, ha ordinato di verificare le condizioni di cornicioni ed elementi decorativi della galleria, per capire se e quali parti abbiano bisogno di un restauro o di una messa in sicurezza.

Oggi la polizia municipale ha chiuso i tre ingressi ancora aperti. Una scelta che ha comunque fatto nascere polemiche dai commercianti, preoccupati per le loro attività e che non tutti i turisti stanno rispettando, limitandosi a superare i nastri che transennano la galleria.

Per il giorno dei funerali di Salvatore Giordano sia la città di Napoli che il comune di Marano, dove abitava, hanno già deciso il lutto cittadino. Le esequie si terranno soltanto dopo l'autopsia. Un esercizio vicino alla galleria ha deciso di non aspettare e già ieri ha abbassato le serrande per ricordare la morte del ragazzo.

Commenti

lento

Ven, 11/07/2014 - 16:46

Sono troppo superficiali a Napoli. quella signora che' venne travolta dall'albero,il pericolo era stato segnalato piu' volte ai vigili d.f e ai vigili urbani,ma fecero orecchia da mercante. Cosi e' successo con la galleria Umberto. E cosi succedera' sempre, e ancora !!

giovauriem

Ven, 11/07/2014 - 17:03

chi deve liberare napoli da questa gentaglia "istituzionale" ladra incompetente e nullafacente?

Beaufou

Ven, 11/07/2014 - 17:53

Ci vuole un fatto tragico come la morte di un ragazzo, per accorgersi che occorre controllare e fare manutenzione. E dopo il fatto, alé con gli avvisi di garanzia, i processi e le chiacchiere. Alla fine non ne uscirà nulla, e alla galleria Umberto I nessuno metterà mano, fino al prossimo crollo. C'è da chiedersi se siamo in Italia o nell'Africa più profonda.

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 11/07/2014 - 18:37

Hanno arrestato la galleria, dei grandi.

flip

Sab, 12/07/2014 - 08:13

ma il sindaco (si fa per dire) non ha responsabilità? E' immune da inchieste? Mi dimenticavo è di sinistra.

flip

Sab, 12/07/2014 - 08:20

beaufou. Non si sprema il cervello. E' un bene prezioso. Magari fossimo come l'Africa più profonda. Siamo peggio||