Morto il cantautore Gianmaria Testa

Il cantautore piemontese aveva 57 anni. L'anno scorso aveva annunciato di avere un tumore alla testa

È morto il cantautore piemontese Gianmaria Testa. Aveva 57 anni, ma l'anno scorso aveva annunciato di avere un tumore alla testa e aveva interrotto il suo tour.

"Gianmaria se n'è andato senza fare rumore", si legge sul suo profilo Facebook. "Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico". Tantissimi i fan che stanno esprimendo il loro cordoglio ricordando la sua attenzione per gli ultimi dai migranti ai poveri

Testa era nato il 17 ottobre 1958 in provincia di Cuneo da una famiglia di agricoltori. Inizialmente svolge la professione di ferroviere come capostazione, ma abbandona tutto per la musica. Dopo aver vinto il Festival musicale di Recanati dedicato ai nuovi talenti della canzone d’autore nel 1993 e 1994, incontra Nicole Courtois, produttrice francese, che ne comprende la forza espressiva: nel 1995 esce in Francia, per l’etichetta Label Bleu (Amiens), il suo primo disco, intitolato Montgolfieres. Nell’ottobre del 1996 esce il secondo disco, Extra-Muros che inaugura la nuova etichetta dedicata alla canzone dalla Warner Music francese, la Tot ou Tard. La carriera italiana Pochi mesi dopo Gianmaria canta all’Olympia, imponendosi anche agli occhi della stampa italiana che, anche se colta di sorpresa dal nuovo talento, non manca di apprezzarlo.

Segue al concerto all’Olympia una lunga serie di altri concerti in Francia, Italia, Portogallo e Canada: un centinaio di concerti, nei club o nei grandi teatri, tutti salutati da una straordinaria accoglienza. Nel febbraio del 1999 esce il suo terzo album Lampo, realizzato con la collaborazione di numerosi musicisti: da Glenn Ferris (al trombone), a Vincent Segal (al violoncello), Riccardo Tesi (organetto diatonico) e Rita Marcotulli (pianoforte) e sulla direzione di David Lewis. Seguono numerosi concerti in tutta Italia nel corso del 2000 e con il tutto esaurito al Teatro Valle di Roma la sua carriera di cantautore italiano ha la sua definitiva investitura. Nel 2002 inaugura Umbria Jazz, e l’anno dopo un’altra esperienza importante: lo spettacolo Attraverso, realizzato al Festival della Letteratura di Mantova con Erri De Luca, Marco Paolini, Mario Brunello, Gabriele Mirabassi.

Nel 2006 esce uno dei suoi dischi più importanti, da questa parte del mare, che riceve la Targa Tenco 2007 come miglior album dell’anno. È uscito il 17 ottobre 2011, giorno del suo compleanno, l’ultimo lavoro discografico di inediti di Gianmaria Testa. Il cd, "Vitamia", è una sorta di bilancio di vita personale e di vita sociale e rappresenta la naturale evoluzione dello spettacolo teatrale "18 mila giorni - il pitone" con Battiston, anche se le canzoni sono state totalmente riviste e riarrangiate. Nell’autunno 2013 è uscito in tutto il mondo l’ultimo disco, un live, Men at work, frutto di una lunga e fortunata tournee in Germania col suo quartetto: 23 canzoni che rappresentano un pò la summa di vent’anni di carriera e un dvd registrato live alle Ogr di Torino.

Commenti

vince50_19

Mer, 30/03/2016 - 11:32

E' stato fra i miei cantautori preferiti.. Ciao Gian, R.I.P.

yulbrynner

Mer, 30/03/2016 - 21:08

non lo conoscevo dicono fosse una BELLA PERSONA se e' cosi' mi dispiace per davvero!