È morto Folco Quilici

Documentarista e scrittore, era uno dei più influenti pensatori al mondo (come riconobbe Forbes nel 2006) in tema di ambiente e culture

Il 9 aprile avrebbe compiuto 88 anni. Folco Quilici si è spento all'ospedale di Orvieto. È stato uno dei più grandi documentaristi italiani, molto attivo nella divulgazione scientifica fin dai lontani anni Cinquanta. La Rivista Forbes nel 2006 lo inserì tra le cento firme più influenti del mondo, grazie ai film e ai libri sull’ambiente e le diverse culture nel mondo.

Nato a Ferrara nel 1930, era figlio di un giornalista e di una pittrice. Iniziò con il cinema amatoriale, specializzandosi ben presto nelle riprese sott'acqua, fino a diventare un punto di riferimento. Per il suo lavoro ricevette numerosi premi, anche all'estero. Un suo documentario sulla Toscana vista dal cielo fu candidato all'Oscar. Con il film "Oceano" vinse il David di Donatello.

Pur avendo girato il mondo in lungo e in largo nel suo cuore restava l'Italia, e in particolare le isole di "Pontinesia": così Quilici amava chiamare Ponza, Palmarola e Ventotene.

"Con Folco Quilici - commenta il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini - se ne va una delle figure più importanti del giornalismo, del documentarismo e della cultura italiana. Un pioniere in tutti i progetti che ha avviato, sempre anni avanti rispetto agli altri, un italiano innamorato del proprio paese e un ferrarese innamorato della propria terra in cui era l’erede della grande tradizione giornalistica del padre Nello. Ci mancherà ma i suoi lavori resteranno per sempre come guida e insegnamento per le giovani generazioni".

In un'intervista a il Giornale raccontò il suo rapporto con la scienza e, in particolare, con le nuove sfide dell'uomo nello spazio. A suo parere non era Marte bensì l'Oceano il vero pianeta sconosciuto: "Le profondità sono l'ultimo luogo inesplorato".

Commenti

DRAGONI

Sab, 24/02/2018 - 13:53

UN PIONIERE MAI UGUAGLIATO!!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 24/02/2018 - 13:54

Quando ero ragazzino, veniva spesso all'Is. del Giglio con il suo veliero e a bordo aveva molto spesso animali esotici.RIP.

attilio.baldan@...

Sab, 24/02/2018 - 14:44

E interessante pure la figura del padre Nello, direttore de "Il Corriere Padano" di Ferrara e morto assieme ad Italo Balbo nell'aereo abbattuto per errore dalla contraerea italiana a Tobruk il 28 giugno del 1940.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Sab, 24/02/2018 - 16:03

è stato l'alternativa italiana a Jacques Cousteau, che disponeva di mezzi molto maggiori. un'ottima persona che ha onorato l'Italia. ovviamente, di farlo senatore a vita non se n'è mai parlato......

rudyger

Sab, 24/02/2018 - 16:06

grandissimo Folco descrivici dall'Alto le bellezze del Creato.

Aleramo

Sab, 24/02/2018 - 16:11

Dopo una vita da documentarista di fama mondiale, dieci anni fa ha anche compiuto un'importante indagine storica sull'incidente di "fuoco amico" in cui suo padre trovò la morte assieme ad Italo Balbo ("Tobruk 1940. Dubbi e verità sulla fine di Italo Balbo").

Tobi

Sab, 24/02/2018 - 16:13

Grazie Folco. Riposa in pace!

lonesomewolf

Sab, 24/02/2018 - 16:24

Un grande signore se ne e' andato.

Ritratto di Marcello.508

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

yulbrynner

Sab, 24/02/2018 - 17:25

mi spiace molto il più grande documentarista italiano purtroppo non ce' più!

Cheyenne

Sab, 24/02/2018 - 17:49

pace alla sua anima. Un grande rappresentante di una Italia vera e onesta, ormai, purtroppo, distrutta.

mariolino50

Sab, 24/02/2018 - 21:05

Ho letto suoi libri e visto i suoi film, mi ha fatto amare la natura e il mare, riposa in pace.