È morto Massimo Bordin, storico direttore di Radio Radicale

Si è spento oggi, all'età di 67 anni, Massimo Bordin, direttore di Radio Radicale da 1991 al 2010 e storico conduttore di "Stampa e regime", trasmissione dedicata alla rassegna stampa del mattino

Si è spento oggi, all'età di 67 anni, Massimo Bordin, direttore di Radio Radicale da 1991 al 2010 e storico conduttore di "Stampa e regime", trasmissione dedicata alla rassegna stampa del mattino.

Bordin, grande amico di Marco Pannella, ha condotto la sua trasmissione radiofonica fino al primo aprile sebbene fosse malato di polmoni da anni. L'annuncio è stato dato in diretta."È morto poco fa a Roma Massimo Bordin, è davvero con immenso dolore che diamo questa comunicazione che non avremmo mai voluto dare", hanno detto a Radio Radicale, emmittente che rischia la chiusura a partire dal 21 maggio, quando terminerà la convenzione con il governo per la trasmissione delle attività parlamentari, così come stabilito da Vito Crimi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all'Editoria. Bordin, che curava una rubrica anche sul Foglio fondato da Giuliano Ferrara, nei giorni scorsi aveva attaccato il vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio proprio in segno di protesta contro questa decisione. Bordin "Era malato da tempoe aveva chiesto di poter vivere e lottare contro questa malattia nel massimo riserbo, e noi abbiamo rispettato la sua scelta. Ma non ce l'ha fatta", ha detto il conduttore di Radio Radicale che ha voluto ricordare l'ex direttore col Requiem di Mozart "che tante volte ha preceduto la sua unica e splendida rassegna stampa".



Commenti
Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Mer, 17/04/2019 - 16:54

Grazie ad un grande liberale, ad un grande giornalista e ad un combattente coerente fino alla fine. Mi mancherà la sua rassegna stampa.

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 17/04/2019 - 17:13

Pur essendo, politicamente, lontano anni luce dalle sue idee, lo ascoltavo ogni mattina nella rubrica "stampa e regime". R.i.P. Massimo...

Popi46

Mer, 17/04/2019 - 17:48

Avevo capito da tempo che stesse male, tossiva,ritossiva,a volte perdeva il filo, non sempre condividevo i suoi commenti, ma Stampa e regime è stata da decenni la mia finestra mattutina sul mondo. Mi mancherà.

Prameri

Mer, 17/04/2019 - 17:56

R.I.P. Massimo. Ottimo il suo lavoro di rassegna stampa. Fumava troppo.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mer, 17/04/2019 - 18:40

UN GRANDE UOMO. UN GRANDE LIBERALE. ONORE E RICONOSCENZA. R.I.P. MASSIMO

giottin

Mer, 17/04/2019 - 21:30

@Candidoecurioso. Anch'io quando posso ascolto la rassegna stampa di radio radicale, però affermare che Bordin fosse un liberale mi sembra troppo, infatti ha lavorato per l'Unità, liberazione, il manifesto e rinascita, oltre che essere stato trotzkista. Senza contare le sue dimissioni da direttore della radio avvenute per divergenze con Pannella, il quale lo accusò di essere troppo vicino a Massimo d'alema. E lei lo chiama liberale?