Morto il padre del piccolo Tommy, il bimbo di 17 mesi rapito e ucciso nel 2006

Nell'agosto 2008 era stato colpito da un infarto mentre si trovava in vacanza. Non si era più ripreso

Dall'11 agosto 2008 non aveva più ripreso conoscenza. Paolo Onofri, padre del piccolo Tommy - il bambino rapito ed ucciso nel 2006 in provincia di Parma - è morto nella notte. Si è spento nella clinica privata di Fontanellato dove era ricoverato da tempo. Si era sentito male, a causa di un infarto, mentre si trovava in vacanza con la moglie e il figlio maggiore a Folgaria, in Trentino: rianimato, era stato trasportato d’urgenza all’ospedale. Nei giorni successivi all’attacco cardiaco, Onofri era stato ricoverato in una casa di cura, nel parmense, senza mai riprendere conoscenza.

Otto anni fa, il 2 marzo 2006, suo figlio Tommaso, di soli 17 mesi, era stato rapito dalla sua abitazione a Casalbaroncolo, alle porte di Parma, dove abitava con i genitori, Paolo, appunto, e la moglie, Paola Pellinghelli. La sua vicenda commosse l’Italia intera. Il corpo senza vita del povero bambino fu ritrovato un mese dopo, il primo aprile, sull’argine del fiume Enza: era stato ucciso la sera stessa del sequestro. Per la morte di Tommy è stato condannato all’ergastolo Mario Alessi, il manovale pregiudicato accusato dell’omicidio e del rapimento del piccolo e a 24 anni la sua convivente e complice Antonella Conserva.

Commenti

tongo

Mer, 15/01/2014 - 12:20

oggi è morto un gran uomo, una persona che ha affrontato il dolore come mai ci si poteva aspettare. è triste il destino, ma so che in questo momento sta cullando suo figlio come ha fatto fino alla sera in cui quell'essere aberrante la portato via..

edo1969

Mer, 15/01/2014 - 12:45

RIP con il suo bambino

francdelp

Mer, 15/01/2014 - 12:45

Che Dio l'abbia in gloria. Condoglianze alla moglie ed al figlio.

Ritratto di marforio

marforio

Mer, 15/01/2014 - 13:29

Riposi in pace lassu con il suo piccolo angioletto.

vabbeh

Mer, 15/01/2014 - 13:38

sincere condoglianze alla moglie ed al figlio.

Palllino

Mer, 15/01/2014 - 14:05

Si,riposi in pace...ma non puo essere una coincidenza un infarto dooo questa dolorosa esperienza.. E non si perde questa abitudine di colpevolizzare e condannare prima di conoscere i fatti un uomo... E' stato dipinto come un mostro,un pedofilo e i media hanno avuto un parte predominante in questo,pur di Fare notizia.. E adesso e' morto..ma un po di rimorso non l'ha chi lo ha accusato??

corto lirazza

Mer, 15/01/2014 - 15:14

Pallino: mi unisco anch'io alla sua domanda...Ricordo benissimo i "cattivi servizi" di giornali e TV

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 15/01/2014 - 15:18

Adesso spero che trovi la giusta pace accanto al suo angioletto.

Perlina

Mer, 15/01/2014 - 15:30

Mi unisco al dolore della signora e di suo figlio. Voglio sperare che ora il Sig. Onofri abbia fra le braccia la sua splendida creatura.

Cinghiale

Mer, 15/01/2014 - 16:12

Almeno si è risparmiato lo strazio di vedere l'assassino di suo figlio fuori dalla galera con un permesso di lavoro, disgrazia che purtroppo tocca a sua moglie ed all'altro figlio.

gedeone@libero.it

Mer, 15/01/2014 - 16:30

Riposa in pace Uomo, ora sei con il tuo piccolo angelo biondo. Starete bene insieme.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mer, 15/01/2014 - 16:55

ECCO...queste sono le tristi notizie...che distruggono ogni cuore, colmo d'amore...la perdita d'un figlio; porta alla mortem quasi sempre e, se non fisica, sicuramente psicologica, a volte peggio di quella del corpo...RIP...

hectorre

Mer, 15/01/2014 - 17:01

è morto per la terza volta....e l'ultima è conseguenza delle prime due.....di un assassino che merita la pena di morte e di un giornalismo becero che non pagherà mai per simili porcherie........riposa in pace

Massimo Bocci

Mer, 15/01/2014 - 17:11

Le più sincere condoglianze a questa sfortunata famiglia, vittima di una barbarie criminale inumana, i cui criminali,bestiali autori andavano come da CIVILTÀ GIURIDICA LIBERALE ripagati come meritavano con l'occhio per occhio,dente per dente,ma qui in un regime di sepolcri imbiancati,comunisti-catto, non mi meraviglierei si apprestassero presto a liberare.

ROBERTSPIERRE

Mer, 15/01/2014 - 18:43

Non conosco l'uomo ma conosciamo le sofferenze che insieme alla sua famiglia ha patito.Provo una pena profonda. Di fatto gli assassini del bambino hanno ucciso anche lui. Devono averlo sulla coscienza e provare un rimorso per tutta la vita. Il carcere non è sufficiente per questi assassini. Il rimorso li dovrà corrodere sino alla fine dei loro giorni.

robysalv

Mer, 15/01/2014 - 19:55

ora ha trovato pace,ha il suo angelo tra le sue braccia.Non si può sopravvivere alla morte contro natura del proprio figlio.Profonde condoglianze a tutta la famiglia..

Domatore

Mer, 15/01/2014 - 20:08

spero possa riabbracciare il suo splendido bambino. l'Italia vi ha voluto bene.

Ritratto di audioman

audioman

Mer, 15/01/2014 - 21:50

ha avuto sei mesi con la condizionale, per quella collezione di files pedopoornografici... maledette toghe rosse|||

Ritratto di audioman

audioman

Mer, 15/01/2014 - 21:50

ha avuto sei mesi con la condizionale, per quella collezione di files pedopoornografici... maledette toghe rosse|||

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 15/01/2014 - 23:18

Una storia triste ; un bambino di 17 mesi ucciso a sangue freddo. Un padre sconvolto e indirettamente ucciso .Una famiglia annientata nel dolore.Per la bell'Italia questo vale una ventina di anni di galera. Evviva gli USA dove per certi delitti esiste la pena dimorte.

edvige

Gio, 16/01/2014 - 08:50

E ora sulla coscienza quei due spregevoli assassini avranno anche il papà di Tommy....ma non solo loro .. ..povera mamma