Immersione a Ischia finisce in tragedia: due sub sono morti

I subacquei erano impegnati in un'immersione. Non chiare le cause del decesso

È finita in tragedia l'immersione nella zona della Secca delle Formiche, nelle acque che separano Ischia dall'isolotto di Vivara. Due persone hanno perso la vita mentre erano impegnate in un tour subacqueo.

Prima la notizia di un uomo - un quarantaquattrenne di Bacoli - ritrovato senza vita, con sul posto i Vigili del fuoco, coadiuvati dagli uomini della Guardia costiera, con quattro motovedette e una squadra di sub specializzati a cercare una donna che ancora era dispersa.

Poi il ritrovamento del secondo corpo senza vita, quello di Lara Scamardella, una ragazzina che si era immersa insieme ad Antonio Emanato, di professione titolare del diving center Sea World a Baia. Ancora non è stato recuperato il corpo della giovane, di soli 13 anni, figlia di un amico di Emanato e sin da piccola innamorata del mare.

Non a grandi profondità, i due sarebbero stati traditi dalla melma spostata dalle correnti, che non hanno reso facile il lavoro dei soccorritori, intorbidendo il fondale marino e rendendo più difficile usicre dalla cavità in cui si erano infilati.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 14/08/2017 - 09:30

vanno sotto acqua senza sapere i pericoli che corrono..