Mosca, ricercatrice italiana 25enne trovata morta

Una giovane ricercatrice veneta, Giorgia Bernardele, 25 anni, è stata trovata morta a Mosca, nella sua stanza al dormitorio dell'Università statale per gli studi umanistici

La terribile notizia è stata già comunicata ai genitori. La ricercatrice veneta Giorgia Bernardele, 25 anni, è stata trovata morta ieri a Mosca, nella sua stanza al dormitorio dell’Università statale per gli studi umanistici (Rggu). La polizia russa, dietro segnalazione, ha sfondato la porta della stanza, che era chiusa a chiave, ed ha trovato il corpo senza vita della giovane donna.

La sede diplomatica italiana fa sapere che "il consolato è in stretto contatto sia con i genitori della ragazza, attesi a Mosca, che con le autorità russe, le quali stanno accertando le cause del decesso, che sembrano essere naturali". Giorgia Bernardele era residente a Sarcedo, in provincia di Vicenza, ma studiava a Padova. Si trovava in Russia per motivi di studio. Su Facebook, gli amici e colleghi russi della ricercatrice, già da ieri sera, hanno iniziato a diffondere la triste notizia e a scrivere messaggi di condoglianze. "È successo l’impossibile - ha scritto Aleksandra Arkhipova, che insegna alla Rggu -. È morta la nostra meravigliosa Giorgia Bernardele. Brillante, interessante, di talento. Dicono sia morta nel sonno. Non so altro, ma mentre scrivo ancora non ci credo".

Non si sa ancora per quale agione la ricercatrice italiana ha perso la vita. Studiosa brillante, era molto attiva anche nelle iniziative collaterali agli studi. Nel giugno 2015 era stata coinvolta, ad esempio, nella segreteria organizzativa diuna conferenza internazionale sul post-comunismo e l’identità nell’Europa dell’Est. Tre anni fa, quando frequentava il quarto anno della classe di scienze morali della Scuola Galileiana, era stata premiata tra i mille giovani talenti del Nordest nell’ambito del "Premio Città Impresa". Dopo la laurea, conseguita presso la Facoltà di Lingue, aveva vinto un premio. Quindi aveva deciso di portare avanti i suoi studi a Padova e, per approfondire le sue ricerche, si era spostata a Mosca.

Commenti

Tergestinus.

Mar, 25/10/2016 - 11:36

Ricercatrice di 25 anni? Ma chi era questa, Speedy Gonzales? Maturata a 14, laureata a 18, dottorata a 21 e ricercatrice a 25? Ma vi rendete conto degli strafalcioni che scrivete? E, in ogni caso, ora "verità per Giorgia Bernardele"!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 25/10/2016 - 12:33

AVRA' FICCATO IL NASO DOVE NON DOVEVA, MAGARI SCOPRENDO CHE IL PARTITO COMUNISTA SOVIETICO FINANZIAVA QUELLO ITALIANO AI TEMPI DI NAPOLITANO, D'ALEMA COSSUTTA ETC ETC

fergo

Mar, 25/10/2016 - 13:00

VERITA' PER GIORGIA !!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 25/10/2016 - 13:26

Un altro caso Regeni?

PaK8.8

Mar, 25/10/2016 - 13:32

Tergestinus, stando a...Tutti i giornali che riportano la notizia, era una dottoranda, quindi ricercatrice. Quando resti all'università dopo la laurea, e a 25 anni meno male che l'hai presa, sei un ricercatore. Dove sta il problema?

agosvac

Mar, 25/10/2016 - 13:46

Non è che ci sia lo zampino della Cia??? Mi sembra molto simile alla morte di regiani, solo eseguita con più savoir faire dell'intelligence!!!

Tergestinus.

Mar, 25/10/2016 - 15:05

PaK8.8: un dottorando non è un ricercatore. Un dottorando è uno studente con borsa di studio. Un ricercatore è uno studioso in servizio presso un'università o un ente di ricerca, regolarmente retribuito con contributi previdenziali.

PaK8.8

Gio, 10/11/2016 - 16:24

Tergestinus: sia pure con colpevole ritardo (assenze varie), prendo atto. Ero solito usarli come sinonimi, grazie per la precisazione.