Moto «green» e bici protagoniste

Se il tema dell'edizione 2016 di Eicma sembra essere il ritorno alle linee del passato, con moto attuali che fanno di tutto per sembrare realizzate negli anni Sessanta, non mancano i segnali che arrivano da chi lavora per il futuro. Come confermato da Harley-Davidson, che nel suo stand ha allestito una postazione che consente al pubblico di provare su un banco a rulli le prestazioni della LiveWire, progetto nel quale gli Usa credono molto, anche se non può offrire il classico rombo dello storico bicilindrico a V.Intanto la tecnologia elettrica continua a essere sviluppata prevalentemente per gli scooter. A questo segmento appartiene il C Evolution, la versione elettrica che completa l'offerta di Bmw, ma anche il nuovo Genze 2.0 realizzato da Mahindra GenZe filiale americana del gruppo indiano, ed esposto nello stand Peugeot. Un piccolo scooter con un'autonomia di circa 50 km, assicurati da una batteria al litio. Dotato di recupero di energia in frenata, assicura la ricarica al 90% della batteria in appena due ore.Dalla Germania, Bosch sta lavorando a un motore totalmente integrato nel mozzo della ruota posteriore di uno scooter, quindi compatto e con una potenza di 1,8 kW, ma completo di un boost a comando elettronico per offrire prestazioni all'altezza delle aspettative.Ci sono poi le e-bike, le biciclette a pedalata assistita, protagoniste di un mercato da oltre 60mila l'anno. In questo settore le novità sono rappresentate dalla Wi-Bike di Piaggio, in quattro livelli di allestimento, sempre connessa al mondo via web. E ancora Scrambler, versione e-bike della Ducati del momento, equipaggiata con gomme «fat» da 4 pollici, per annullare ogni asperità. VBo