Multa da 62mila euro per l'Osteria senz'Oste

Il proprietario della cascina aveva messo a disposizione i suoi prodotti in cambio di un'offerta da parte dei passanti. Ma per l'Agenzia delle Entrate era un'attività in nero

Un locale unico nel suo genere: l'Osteria senz'Oste di S. Stefano di Valdobbiadene è famoso per non avere nessuno a servire e per lasciare ai clienti l'onere di decidere quanto pagare. Il proprietario è Cesare De Stefani, che ha deciso di aprire ad amici e passanti la sua cascina: non un pubblico esercizio, ma una casa privata "aperta agli onesti"

Una formula che piace a tanti avventori, ma non all'Agenzia delle Entrate che ha multato il proprietario per ben 62mila euro dopo una segnalazione dell'amministrazione comunale. Il 27 settembre 2010, infatti, il Comune aveva riscontrato "l’esercizio di un’attività di somministrazione di alimenti e bevande in assenza di autorizzazione comunale". Oltre alla multa, il Fisco ha affibbiato d'ufficio al locale partita Iva e ragione sociale.

"Non sono i soldi che mi interessano ma la gioia delle persone che si sentono come a casa loro", racconta De Stefani a La Stampa, "Il salvadanaio per le offerte è amovibile per mia volontà. L’ho voluto e lasciato così dal 2005. C’è chi ci mette 50 euro e chi si prende quello che ha messo qualcun altro prima di lui. Non ci può essere idea imprenditoriale alla base di questa scelta".

Commenti

electric

Sab, 08/03/2014 - 17:30

Quelli dell ' agenzia delle entrate si meritano 62000 calci , altro che 62000 euro!

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 08/03/2014 - 17:32

Come distruggere l'economia di una Nazione... Avanti di questo passo e non rimarrà più nulla di produttivo in Italia. Così i raccomandati dei postifici creati ad hoc non potranno più succhiare soldi a tradimento, perché di soldi non ce ne saranno proprio più!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 08/03/2014 - 18:13

Se l'Agenzia delle Entrate applicasse la stessa regola a tutte le Greppie associative "NO PROFIT" (provate a controllare chi c'è dietro) l'ingordo Stato Italiano incasserebbe un mare di miliardi senza dover continuare a succhiare il sangue alla povera gente. Pensionati in primis.

forbot

Sab, 08/03/2014 - 18:24

Questo è un assurdo! Ma perchè vogliono rendere la vita per forza difficile a chi la vuol semplificare. Allora, se invito persone a casa mia e le preparo una tavola imbandita e dopo grati, mi vogliono dare una bustarella, io commetto un reato ad accettarla? Si, se non la divido con loro che non hanno fatto una cxxxo. Andate in c..o-. Allora anche gli invitati ai pranzi di nozze, oggi si usa offrire la busta, sono tutti da multare.

onroda

Sab, 08/03/2014 - 18:30

Il cibo gratis in Italia non si può dare. Quello che è avvenuto all'Osteria senz'Oste è emblematico. A me hanno proibito di regalare delle olive (ben trecento piante)che potevano sfamare alcune persone. Non è più sopportabile .L'apparato che gestisce questo povero paese deve sparire ,tutti debbono abbandonare con le buone i posti di comando e smettere di piangere ipocritamente sulle salme di chi si uccide per fame. Italiani buona gente basta svegliatevi.

AlbertMissinger

Sab, 08/03/2014 - 18:33

Non sono i soldi che mi interessano ma la gioia delle persone..... L'Agenzia delle Entrate la pensa all'opposto: Non è la gioia delle persone che ci interessa ma i loro soldi..... Welcome to Italian Fiscal Agency

maubol@libero.it

Sab, 08/03/2014 - 18:39

Equitalia! Da chiudere a mandare tutti a casa. Capire le cose, lo dico sempre è facoltativo!

cgf

Sab, 08/03/2014 - 18:53

ci sono tante donne, sopratutto chi ha perso il lavoro, che offrono il pranzo quotidiano a moltissime persone, costa come mangiare al bar, ma molto, moltissimo meglio sia come qualità, cottura, preparazione... tutte con la partita IVA?

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 08/03/2014 - 19:09

Esiste solo la creatività dell'agenzia delle entrate, consistente dello spillare soldi alla velocità di una idrovora di grandissima capacità.

@ollel63

Sab, 08/03/2014 - 19:20

in periodo di fame e crisi totale c'è pure la pestilenza delle teste suine del fisco italiano infame con le sue miserabili teste di carro.

tamatoni

Sab, 08/03/2014 - 20:07

in questo modo si distrugge anche la fantasia e l'originalità del fare....non esiste una frizione che pattini sulle cose e le renda morbide...accresce il senso di ribellione

tamatoni

Sab, 08/03/2014 - 20:10

qui si distrugge la fantasia e aumenta rabbia e voglia di ribellione e...che dire dai Comuni diventati cani sciolti con le loro comunicazioni all'agenzia delle entrate spesso prive di ogni buon senso...si mette in moto così una macchina ingiusta che ti travolge...ti rivoltano come un calzino sulla base di nulla...vergogna

feltre

Sab, 08/03/2014 - 20:20

62.000euro giusti giusti per lo sitpendio del corrente mese (sottolineo corrente mese non corrente anno) del grande capo befera

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 08/03/2014 - 21:03

In tanti dicono che l'Italia è alla frutta, io duco che l'Italia degna di questo nome non esiste più da decenni.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Sab, 08/03/2014 - 21:22

La chiamano agenzia delle entrate ma non sono altro che strozzini ben organizzati alle dipendenze della più pericolosa organizzazione di stampo mafioso del paese...sgherri che fanno pagare il pizzo necessario a far campare i capibastone come nababbi. Con la frottola della loro "protezione"

tamari

Sab, 08/03/2014 - 22:57

Secondo il mio parere, l'accanimento terapeutico per scovare gli evasori determina un effetto boomerang.Siccome ad essere perseguiti sono sempre i pesciolini( che magari fanno massa),nessuno sarà stimolato ad intrapprendere,da ciò ne deriverà sempre un minor gettito nelle casse dell'erario. Quando non cisaranno più EURI da spolpare,dove attingerannno le LAUTE PREBENDE i burocrati che ostacolano la crescita del nsw Stato?

Magicoilgiornale

Sab, 08/03/2014 - 23:05

Non so a cosa pensare, ho l'insegnate di pianiforte di mia figlia che con la scusa delle onlus (senza scopo di lucro) mi ruba tanti soldini senza emettere uno straccio di ricevita fiscale!!!

dare 54

Sab, 08/03/2014 - 23:10

Beh, se c'è un utile, o comunque un guadagno seppur non richiesto, questo va tassato, al pari delle eredità e delle donazioni. Peraltro, l'articolo manca della parte più interessante: dirci quando l'attribuzione d'ufficio di partita IVA e ragione sociale verrà estesa ai questuanti organizzati, ai parcheggiatori abusivi, ai bancarellari abusivi, alle prostitute, etc.!

Doktorfaust

Sab, 08/03/2014 - 23:19

In Germania è una consuetudine diffusa in campagna di acquistare prodotti lasciati a disposizione dagli agricoltori. A seconda della stagione si possono prendere fragole, zucche, fiori e anche uova. Il corrispettivo viene lasciato in una cassetta. Tutto sulla fiducia dell'onestà dei compratori. In Italia, quando qualcuno fa qualcosa di buono viene massacrato. Non gli si dice bravo, ma si cerca quale reato possa avere commesso. Questo è paese degli invidiosi che godono a vedere colpiti gli altri. Poi abbiamo clandestini che vendono abusivamente in tutte le nostre città.

mario micheletti

Dom, 09/03/2014 - 00:16

lui non vendeva ma offriva non cera personale non cera oste multa che non paghera perche non ce reato

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 09/03/2014 - 00:17

Ennesima conferma che la burocrazia è il programma che fa funzionare il cervello degli imbecilli.

gianni59

Dom, 09/03/2014 - 00:47

Sì, adesso i clienti si chiamano amici....

brunog

Dom, 09/03/2014 - 06:01

Hanno scoperto un evasore totale mentre l'economia del meridione sotto il controllo della mafia e' tutto regolare. Non si puo' pretendere di piu'.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Dom, 09/03/2014 - 06:44

no comment !

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Dom, 09/03/2014 - 07:33

Abbolire questa stupida agenzia e ridare la possibilità agli italiani di vivere e fare i propri interessi. Come in tempo di guerra.

st.it

Dom, 09/03/2014 - 08:28

Questo è un chiarissimo segnale di come e quanto sia slegato dalla realtà il fisco in italia: quell'ambiente rimane aperto solo per il buon cuore del proprietario,e non di certo per i cospicui incassi.Ma qua siamo in italia e quando gli amministratori non sanno giustificare gli sprechi infami e i privilegi vergognosi,non sanno fare di meglio che raccontare la ormai logora storiella dell'evasione fiscale,quando in italia in valore assoluto la racolta fiscale supera quella della germania,che conta 30 milioni di abitanti in più. Saranno i tedeschi dei maghi della matematica o i nostri amministratori delle mezze calzette?

Cadenas

Dom, 09/03/2014 - 09:18

bruceranno all 'inferno!!!!

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Dom, 09/03/2014 - 09:23

molto semplice..bastava "aprire", oltre che a passanti e amici, anche a quelli dell'amministrazione comunale

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Dom, 09/03/2014 - 09:31

A capo del sistema burocratico Italiano c'è gente alla quale, per carità cristiana per dargli modo di guadagnarsi uno stipendio, andrebbe affidata la pulizia dei bagni degli uffici nei quali lavorano. Persone talmente incompetenti e brutalmente ignoranti da creare danni con ogni decisione che prendono.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 09/03/2014 - 09:42

anche la guardia di finanza oramai ricerca a tutto spiano gente da sacrificare in nome del proprio disordine mentale con la volontà di distruggere e non di lavorare con coscienza per il futuro ed il bene di tutti: a questo punto sembra evidente che prima o poi, se no ci scappano altri suicidi, si prendano in mano delle solide doppiette ma non caricate a salve!

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 09/03/2014 - 09:46

caro electric! 62 mila calci sono pochi! questi controllori ritengono di poter essere additati ad esempio: sono invece al di la di ogni dubbio delle enormi teste di zeta zeta o additabili per stupidità a tutta la nazione

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 09/03/2014 - 10:34

Immagino quindi che il benefattore devolvesse in beneficenza le offerte e/o ricavi o li tratteneva per se??

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/03/2014 - 10:37

Che rapidità. Si fossero sbattuti un po' di più e avessero cercato i 5 miliardi di euro spariti da mps con manina lesta rossa, oppure la stronza romana con mille appartamenti che non pagava un cazzo e pare se la sia già cavata, forse sarebbe meglio. Ormai l'agenzia delle entrate non è altro che un centro di di riscossione dello stato strozzino.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 09/03/2014 - 11:14

questi sono gli effetti del fisco creato da prodi, da visco, da monti, da letta... :-) e come diceva quel cretino di schioppa: pagare le tasse è bellissimo.....

linoalo1

Dom, 09/03/2014 - 13:00

Dura lex,sed lex!Lino.

abocca55

Dom, 09/03/2014 - 13:04

Ben gli sta. Faceva il furbo per non pagare le tasse. I scontrini li rilasciava? credo di no! Occorre la galera per i furbi. Ogni anno aumentano sulla mia magra pensione, che ha già perso il 40% dall'entrata dell'Italia nell'euro. Il guaio è che non c'è un movimento serio dei pensionati, e quindi tutti ci schiacciano.

Bellator

Dom, 09/03/2014 - 13:05

Ma quando si comincia ad eliminare queste obsolete-medioevali Istituzioni,ove Burocrati con i paraocchi, rovinano le persone, con multe spaventose. Io cittadino, apro la mia casa ogni sabato sera a persone che conosco, si cena!! e se ricevo un compenso per l'acquisto dei prodotti alimentari, commetto reato di frode fiscale ??,diceva TOTO' !!..ma fatemi il piacere !!. La frode fiscale ed appropriazione di denaro pubblico, la fanno tutti gli alti papaveri che hanno scaldato solo le sedie e che ricevono stipendi e pensioni favolose, dalle Casse dello Stato. In Italia, si dovrebbe Istituire una Commissione, non di Burocrati di Stato,per controllare tutti i personaggi, con mansioni Ispettive, di Enti Pubblici:Ministero delle Finanze ,civili e Militari, Ispettorato Inps, Ispettorati del Lavoro, Tutti gli Assessori ai Lavori Pubblici e Dirigenti, dei Comuni, Provincie ,Regioni e controllare, i beni che avevano ad inizio carriera e quelli posseduti attualmente e giustificare la loro provenienza !! Nella rete rimarranno migliaia di pesci, piccoli medi e pescecani!!;che risate ci faremo !!,altro che Osteria di Montagna !!.

abocca55

Dom, 09/03/2014 - 13:09

Vedo che su questo blog c'è molta partecipazione di evasori. L'Agenzia delle entrate ne prenda nota, perché il Paese non può essere mantenuto solo dai pensionati e lavoratori. Prigione dura a chi evade! E allora si potranno diminuire le tasse agli onesti (pochi).

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 09/03/2014 - 13:39

Pagare le tasse è giusto, non bellissimo. BELLISSIMO è poter vedere schiantare tra le sofferenze più atroci questi microcefali figli della stupidità.

ritardo53

Dom, 09/03/2014 - 13:41

Allora multiamo tutte le caritas e le altre associazioni di beneficenza, e vediamo cosa succede. Ma perchè non lo fanno?

Pelican 49

Dom, 09/03/2014 - 14:07

Qualche anno fa, indirizzato da persone della zona, durante un giro per le vie del Prosecco, ho avuto il piacere di fare uno spuntino in questa simpatica "Osteria senza Oste". Leggere ora le accuse di "evasione fiscale e pagamenti in nero" mi fa venire in mente il fondamentalismo islamico applicato applicato al commercio! Secondo me i dipendenti del Comune interessato e i giannizzeri della Agenzia delle Entrate andrebbero sottoposti a visita medica obbligatoria presso un bravo pischiatra.

Raoul Pontalti

Dom, 09/03/2014 - 15:04

Iniziativa simpatica senza dubbio, personalmente poi condivido la "filosofia" dell'imprenditore in questione, però...è un imprenditore costui (tra l'altro la sua ditta produce eccellenti salumi) e quella esercitata nell'osteria è attività imprenditoriale, sia pure non direttamente lucrativa (può anche andare in perdita in quanto lo scopo economico è funzionale a quello industriale della produzione di salumi mediante azione "promozionale"). Esiste una normativa sulla somministrazione di alimenti e bevande nonché di vendita di prodotti alimentari che non può essere ignorata anche ai fini antifrode e sanitari e non solo fiscali quindi. Da giornali locali si evince che la querelle dura da tempo e l'oste salumiere si sarebbe visto già scornato dalla magistratura amministrativa che avrebbe dato ragione alle autorità comunali. Trovo anch'io strabiliante una sanzione simile e ritengo che l'imprenditore non avrà eccessiva difficoltà a schivare la iugulazione fiscale, ma dovrà imparare che esistono delle regole che anche lui deve rispettare potendo poi delle stesse regole farsi scudo nei confronti delle autorità amministrative. Gli auguro con tutto il cuore di cavarsela e di continuare nella lodevolissima iniziativa, stando più attento a certi adempimenti cui nei paesi civili tutti sono tenuti.

canaletto

Dom, 09/03/2014 - 15:45

ALIA ROVINATA DALLA BUROCRAZIA. E POI I SOLDI DOVE VANNO?????? A PAGARE GLI STIPENDI D'ORO DEI POLITICI E LE LORO MALEDETTE PENSIONI

jumbo1969

Dom, 09/03/2014 - 18:00

Agenzia delle Entrate, invece che rompere i santissimi a gente per bene, pensate a fare come si deve il vostro lavoro, scovando gli evasori veri, vergognatevi e indignatevi di fronte a quanto avete fatto!!! Siete la rovina dell'Italia, la vergogna di tutti noi!! Un complimento anche all'amministrazione comunale, al primo posto quel bravo uomo del suo sindaco, che ci ha messo del suo, bravi!!!! VERGOGNATEVI E NASCONDETEVI!!!!!!

epesce098

Dom, 09/03/2014 - 18:24

Per lo meno quelli che pagano il pizzo alla mafia sono protetti dalla stessa, nessuno li tocca. Noi che paghiamo il pizzo allo stato non siamo nemmeno protetti.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Lun, 10/03/2014 - 08:37

@ABOCCA55: Non pensi di essere il solo a pagare le tasse, ce ne sono in giro, di bravi cittadini. Queste sono forzature burocratiche di gentuccia sottosviluppata. Quanti sono i circoli Arci e vari la cui fiorente attività è esente dalle visite di questi rapinatori?

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Lun, 10/03/2014 - 11:26

@abocca55 che si fa ..scateniamo una guerra civile?

massimo sottili

Lun, 10/03/2014 - 11:49

fra un po' in Italia gli unici lavori saranno il politico, il dipendente pubblico, e l'esattore. poi solo l'esattore che tasserà l'esattore. un po' come i drogati che diventano spacciatori. gli italiani che lavorano saranno già scappati in paesi civilizzati

lorenzo464

Lun, 10/03/2014 - 12:31

mi sembra giusto, trucco patetico per evadere il fisco