Muore di infarto a 9 anni, i medici pensavano fosse ansia

Il suo piccolo cuoricino ha cessato di battere mentre l'ambulanza la stava trasportando al Middlemore Hospital in Australia dopo che aveva accusato un altro "attacco" che i medici pensavano fosse ansia

La piccola stava viaggiando in ambulanza dopo aver subito un altro "attacco di ansia" ma invece era un vero e proprio infarto che l'ha stroncata e all'arrivo in ospedale non c'è stato nulla da fare.

La bambina è stata stroncata da un un infarto, i battiti della piccola Taya Kauri erano raddoppiati durante il trasporto in ambulanza. La ragazzina aveva accusato più volte disturbi respiratori, oltre ad aumenti dei battiti cardiaci ma i medici non avevano per nulla ipotizzato che potesse essere un infarto. Era da oltre un anno che lamentava di avere fiato corto, tutti pensavano fosse un semplicissimo attacco di ansia. All'età di 9 anni, riferisce il Daily Mail, è difficile che si possa morire d'infarto. E invece proprio questo è successo. La bambina è stata stroncata e ha lasciato la mamma e il papà, insieme ai quattro fratellini.

Nel frattempo la famiglia ha aperto una pagina di raccolta fondi chiamata "Givealittle".