Muratore uccide 70enne con una chiave inglese per appena 3,20 euro: "Mi sono preso una birra"

Il killer Daniele Ermanno Bianco ha confessato: ha colpito l'anziana numerose volte con una chiave inglese

L'ha uccisa colpendola undici volte con una chiave inglese per rubarle la miseria di 3 euro e 20 centesimi. Con quei soldi, poi, è andato a comprarsi una birra. Daniele Ermanno Bianco, muratore, ha confessato l’omicidio della settantenne Anna Piccato, ammazzata lo scorso 23 gennaio in località Barge, in provincia di Cuneo, davanti alla chiesa del piccolo comune piemontese. Il suo cranio era fracassato e il volto era stato reso irriconoscibile per le profonde ferite inferte dal suo assassino.

L'arnese con cui l'ha massacrata non è ancora stato trovato: a incastrare Bianco sono state le tracce di Dna della vittima trovate sui suoi vestiti, sulle scarpe e sullo zaino.

Questo il commento del procuratore Dodero, riportato dal Corriere della Sera: "Un caso molto complicato. È stata una confessione di necessità: quando si compie un grave crimine si tende naturalmente a rimuoverlo perché il peso è troppo grande. Bianco non ha spiegato il perché dell’efferatezza e ci stiamo ancora lavorando. L’arrestato sostiene di aver agito da solo". Ma gli inquirenti continuano a scavare alla ricerca di eventuali complici e di un movente diverso da quel magro, magrissimo bottino.

Commenti

titina

Ven, 08/02/2019 - 16:52

Non mi stanco di ripeterlo: si deve eliminare il contante, completamente. Quel muratore avrà il reddito di cittadinanza?