Murphy, il cane a due zampe e due ruote

Paralizzato da mesi, è tornato a correre

È un maltese di due anni. Qualche mese fa è stato aggredito da alcuni cani randagi che gli avevano spaccato la spina dorsale. Un incidente tragico per il piccolo cane amato e curato dai suoi padroni in un agriturismo tra Castelvetrano e Selinunte, in provincia di Trapani.

Dopo essere stato attaccato aveva le zampe posteriori praticamente scollate dal corpo. Oggi, però, è tornato a correre nella campagna siciliana grazie a due rotelle al posto delle zampe posteriori.

La padrona, in un’intervista, dichiara di averlo portato subito dal veterinario capendo la gravità della situazione: “Murphy sarebbe rimasto paralizzato”.

L’alternativa sarebbe stata l’abbattimento. E invece no, perché una famiglia capace di dare amore, lo fa anche con gli animali. “Murphy è stato curato amorevolmente e lo abbiamo accompagnato nel suo percorso di riabilitazione. – dichiara Marianna, la sua padrona – Quando le ferite si sono rimarginate gli abbiamo comprato il carrellino per cani disabili. È stata dura farglielo accettare, ma ora lui è tornato quello di prima: corre, sale le scale, cammina sul prato e fa l’attaccabrighe”.

Così Murphy, con la sua taglia piccola e quei peli bianchi davanti agli occhi, buffo e simpatico, non può che essere riconoscente ai suoi padroni. In fondo è così, l’amore, la cura e le attenzioni vincono ogni male.