Napoli, auto travolge sit-in: lavoratore muore d'infarto

Tragedia a Napoli: un'auto pirata travolge una manifestazione di lavoratori, un manifestante la insegue e muore d'infarto per lo sforzo

È finito in tragedia il sit-in dei lavoratori della scuola a Napoli, dove un'auto ha travolto due manifestanti e un terzo è morto d'infarto mentre tentava di rincorrere l'auto pirata.

Come racconta l'edizione partenopea di Repubblica, intorno alle nove di questa mattina una trentina di ex addetti alle pulizie impiegati del comparto scuola si è raccolta davanti al provveditorato locale dando vita ad una manifestazione di protesta. Due di loro sono però stati investiti da un'auto che all'improvviso si sarebbe lanciata sulla piccola folla e li avrebbe trascinati per alcuni metri.

Ma è qui che si è consumata la tragedia. Un terzo lavoratore - un sessantaduenne originario di Pozzuoli, ndr - si è dato all'inseguimento dell'auto pirata a piedi, ma dopo pochi passi è stato colto da un malore ed è stramazzato sull'asfalto. Inutili i tentativi di rianimarlo da parte degli uomini del 118: l'uomo è morto per arresto cardiaco nell'ospedale di Loreto Mare.

Sgomenti i rappresentanti sindacali di Cgil e Filcams: "La morte del lavoratore stroncato da un infarto per aver tentato di rincorrere il pirata della strada che aveva travolto due manifestanti - commentano i sindacati - ci lascia senza parole. Le forze dell'ordine facciano immediatamente chiarezza sulla dinamica di quanto accaduto e individuino il responsabile e i motivi di questo folle."

Commenti

lupo1963

Gio, 02/02/2017 - 13:42

Non dovrebbe essere MAI permesso ai manifestanti di bloccare le strade. PUNTO .