Napoli, avvocatessa si fa dare 264mila euro ad un suo cliente: denunciata per truffa

È successo a Napoli dove un'avvocatessa si è fatta consegnare la cifra di 264mila euro da un cliente approfittando della propria posizione di professionista

L'uomo si era rivolto all'avvocatessa nel 2012 per un contenzioso civile in seguito ad un gravissimo incidente a Napoli in cui era morta la moglie ma la professionista ne ha approfittato

I finanzieri del comando di Giugliano hanno accompagnato la donna in carcere, un'avvocatessa di 53 anni la quale si è fatta consegnare da un suo cliente la somma totale di 264mila euro. La donna ha approfittato dello stato di profondo sconforto dell'uomo, che nel 2012 ha avuto un bruttissimo incidente nel quale doveva essere assistito mentre è stato truffato. L'avvocatessa doveva tutelare il cliente nell'ambito civile per una richiesta di risarcimento, mentre se n'è approfittata e nel tempo si è fatta dare un'ingente somma di denaro. Aveva lo studio a Cervinara, in provincia di Avellino.

A far partire le indagini è stato lo stesso cliente che ha denunciato la donna, un cittadino italiano residente a Marano di Napoli. La donna si è fatta consegnare titoli bancari di ingente valore nel corso del tempo escogitando scuse e dicendo al cliente che quei soldi sarebbero finiti su libretti vincolati intestati ai figli dell'uomo. In realtà però la donna ha riversato tutti quei soldi sui conti correnti a lei intestati.

La cifra è stata usata dal legale per l'acquisto di un immobile e di due autovetture, da Repubblica si apprende che le accuse formulate contro la donna spaziano dai reati di patrocinio infedele, falso materiale, truffa, circonvenzione di persone incapaci ed appropriazione indebita. Alla fine delle indagini si sono spalancate le porte del carcere di Avellino.