Napoli, blitz antimafia: arrestate 110 persone del clan Di Lauro

In manette per traffico di droga, armi e associazione mafiosa. Preso anche il figlio del boss: era in crociera

Sono finite in manette questa mattina ben 110 persone, tutte appartenenti al clan Di Lauro, nel Napoletano con l'accusa di associazione di tipo mafioso, traffico internazionale di stupefacenti, tentativo di omicidio e detenzione di armi, tutti aggravati da finalità mafiosa. Al centro delle indagini ci sono in particolare i grandi traffici di cocaina proveniente dalla Spagna e destinata ad alimentare le piazze di spaccio dell’area napoletana.

Tra gli arrestati c'è anche Raffaele Di Lauro, 19enne figlio di Paolo Di Lauro, uno dei più conosciuti boss del clan omonimo, soprannominato Ciruzzo ’O milionario, in carcere dal 2005. Il ragazzo era con la fidanzata su una nave da crociera al largo delle coste siciliane.

Commenti

vince50

Mer, 12/06/2013 - 11:25

I blitz antimafia bisognerebbe farli in alto,molto più in alto.Questi oltre ad essere delinquenti sono manovalanza,quelli più pericolosi sono protetti dalle leggi che loro stessi promulgano.

giottin

Mer, 12/06/2013 - 13:55

Con certe notizie come si possono svuotare le carceri troppo piene?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 12/06/2013 - 20:20

Alfano dovrebbe andare subito a Napoli per congratularsi di persona con inquirenti e forze dell'ordine!