Napoli, la canzone dei 99 Posse e altri contro la Lega

L'arrivo di Matteo Salvini a Napoli ha anche suscitato una particolare "creatività" tra i cantanti locali. Spunta il brano contro le politiche della Lega

L'arrivo di Matteo Salvini a Napoli ha anche suscitato una particolare "creatività" tra i cantanti locali. E così arriva il brano "Gente do sud", scritto da un gruppo di artisti di Napoli "contro le politiche antimeridionali e antirazziste di Salvini e della Lega" e lanciato proprio in occasione dell'arrivo del leader del Carroccio. Il brano è un'idea di Massimo Jovine, bassista del 99 Posse che ha spiegato così la canzone: "Ho pensato di smuovere le coscienze, contrapponendo al razzismo la grande capacità della gente del Sud, quella di allargare le braccia per accogliere". Il progetto per il brano riguarda anche altri artisti che hanno dato vita ad un vero e proprio collettivo chiamato "Terroni Uniti". L'occasione della visita di Matteo Salvini a Napoli - fanno sapere - "è stata solo un pretesto per accendere il fuoco creativo degli artisti che vivono, cantano e suonano all'ombra del Vesuvio". "Gente do sud - tengono a sottolineare, come riporta l'Huffpost - non è una canzone di odio e il leader della Lega non ne è di sicuro il protagonista. Il brano è un inno d'amore, un invito all'accoglienza che parla di solidarietà e di fratellanza. Il Mediterraneo è sempre stato crocevia di storia e cultura, Napoli stessa è una felice mescolanza di popoli e razze che ha fatto delle differenze tra gli individui, una forza". (Clicca qui per ascoltare il brano)

Commenti
Ritratto di karmine56

karmine56

Ven, 10/03/2017 - 17:23

Non sono più tanto sicuro che una mescolanza col mondo musulmano sia così vantaggioso per noi cristiani.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 10/03/2017 - 17:46

Ci aveva gia pensato a suo tempo l'indimenticato Pino Daniele, ma noi PATANI siamo buoni e ci siamo da tempo dimenticati di questo PICCOLO e INSIGNIFICANTE SCREZIO. Mentre a quanto pare a Napoli non si vogliono dimenticare di quello che Salvini ha cantato NON IN RAI ma a Pontida. AMEN PACE e BENE a tutti i Napoletani serii ed onesti che ho conosciuto nel corso della mia vita lavorativa nelle CENTO e piu giornate passate a Napoli.NUN TE SCALDA giovinap.

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/03/2017 - 12:32

LA MADRE DI QUESTI AUTORI DI CANZONI E' SEMPRE INCINTA!

Una-mattina-mi-...

Sab, 11/03/2017 - 12:33

...il brano "Gente do sud", scritto da un gruppo di artisti di Napoli "contro le politiche antimeridionali e antirazziste di Salvini e della Lega"... quindi sono contro l'antirazzismo di Salvini! OTTIMO! BELLA LUCIDITA' MENTALE!

manente

Sab, 11/03/2017 - 19:12

Non è una novità che i primi "nemici del Sud" sono quei meridionali che nel 1860 applaudirono fra-massoni e giacobini, salvo poi pentirsene amaramente. A distanza 157 anni assistiamo alla stesso spettacolo da parte della "sinistra mondialista" dei De Magistris, erede diretta dei masso-giacobini di allora, che strilla contro Salvini i cui discorsi evidentemente fanno loro molta paura. Quanto alla gente di spettacolo, sarebbe meglio se mettessero la loro arte al servizio di miglior causa, non foss'altro per non scendere ai livelli dei “laudatores pentiti” della Costituzione come Benigni o di "madonna" Ciccone che confonde la politica con le “fellatio”.