Napoli, lite condominiale finisce a coltellate: un arresto

Un 26enne incensurato dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato. La vittima è ricoverata in prognosi riservata al Cardarelli

Prima la lite condominiale, poi l'accoltellamento. I carabinieri di Napoli hanno arrestato un 26enne incensurato, residente nell'area di Pizzofalcone, che ora dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato.

Mentre stava effettuando alcune consegne per l'azienda per cui lavora, il giovane ha incontrato in un distributore un 45enne che sarebbe in lite con i suoi suoceri per motivi condominiali. Tra i due si è subito acceso un diverbio, poi è spuntato un coltello. Il 26enne ha quindi colpito il 45enne con due fendenti all'addome e al fianco sinistro.

Subito soccorso, l'uomo è stato trasportato all'ospedale Cardarelli dove si trova ora ricoverato in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita.

Le forze dell'ordine hanno rintracciato poco dopo il giovane che è stato arrestato e portato in carcere. I militari hanno anche recuperato il coltello usato dall'aggressore che era stato gettato in un cassonetto in piazza Medaglie D'oro.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?