Napoli, no al cane di una donna cieca: 833 euro di multa al bar

Lo storico Caffè Gambrinus di Napoli è stato multato con una sanzione di 833 euro per non aver fatto entrare nel locale un cane guida di una donna cieca

I titolari dello storico Caffè Gambrinus, uno dei più famosi ed antichi bar di Napoli che sorge nel salotto buono della città, tra la celebre piazza del Plebiscito e la strada dello shopping di via Toledo, è stato multato dalla polizia municipale con una sanzione amministrativa di 833 euro.

A quanto risulta, infatti, qualche dipendente del locale, forse a causa di un malinteso, avrebbe impedito l'ingresso nella sala da the al cane guida di una donna non vedente nonostante l’animale fosse legato al guinzaglio ed indossasse la museruola, come previsto dalla legge.

La malcapitata cliente, contrariata dalla spiacevole ed imbarazzante situazione, non si è data per vinta ed ha allertato i vigili urbani che si trovavano in servizio nella popolare zona di Napoli affollata da turisti. Questi ultimi, constatato quanto accaduto, hanno stilato il verbale in contravvenzione alla norma che regola il comportamento degli animali che accompagnano persone disabili.

"Si è trattato di uno spiacevole equivoco. Mio zio non si è reso conto subito che si trovava di fronte ad una ipovedente, e quando lo ha capito ha invitato la signora a entrare ma ha rifiutato rivolgendosi ai vigili. I cani possono entrare in alcune sale e in altre no; siamo disponibili verso tutti, specie nei confronti dei disabili", ha dichiarato all'Ansa Michele Sergio, portavoce della famiglia proprietaria del Gambrinus.

"Valuteremo il ricorso, ma siamo pronti a incontrare la signora magari davanti ad un bel caffè", ha concluso Sergio.

Commenti

mariod6

Lun, 15/10/2018 - 09:33

Certo che se fosse stato un bel clandestino mandato da Giggino, allora poteva entrare.

Giorgio5819

Lun, 15/10/2018 - 09:46

Ammesso che poi la paghi, ...multa meritata.

Ritratto di Turzo

Turzo

Lun, 15/10/2018 - 10:24

Il cane lì non entra ma i ratti si visto come vesuviania è da loro infestata, brava Signora ha fatto bene a chiamare i vigili! E Giggino intanto latita......

Gibulca

Lun, 15/10/2018 - 10:32

A Napoli tutti fanno i loro comodi: aree pedonali con le auto, codice della strada ignorato, abusivismo dilagante, commercio abusivo ai massimi, codice penale calpestato come il codice civile. E via dicendo. I solerti vigili di questa specie di città, notoriamente professionalissimi e imparziali, multano di 883 euro un'azienda per una vicenda sicuramente spiacevole, ma che si poteva risolvere civilmente utilizzando le parole. Un motivo in più per non mettere mai piede a Napoli: troppe ingiustizie e troppo caos, che va oltre ogni umana comprensione.

Trinky

Lun, 15/10/2018 - 10:40

E stranamente nessuno dei politici o fra i giornalai prezzolati si scandalizza......

Ritratto di hurricane

hurricane

Lun, 15/10/2018 - 11:35

Saranno stati gli stessi vigili che fanno finta di non vedere i motociclisti senza casco, le automobili in quarta fila, i parcheggiatori abusivi, i clandestini con le bancarelle (abusive), i venditori di sigarette di contrabbando agli angoli delle strade? E "Giggino 'a manetta" ? Sta cercando qualcos'altro da fare quando terminerà questo suo ultimo mandato...

routier

Lun, 15/10/2018 - 11:36

Nella bella Napoli di Giggino dove i semafori servono solo a dare un blando suggerimento agli automobilisti, quella del cane guida della non vedente è soltanto cronaca rosa.

maurizio50

Lun, 15/10/2018 - 11:40

Grande la Polizia Urbana napoletana. Tempo fa ero davanti a Castel Capuano, centro di Napoli, sede del Tribunale. Scorrazzavano in tre sui ciclomotori, ovviamente privi di casco, decine di ragazzotti tra l'assoluta indifferenza dei Vigili Urbani e dei Carabinieri di servizio. Nessun agente intervenne nei confronti di qualcuno . Era la cosa più normale del mondo!!!!

Ritratto di giovinap

giovinap

Lun, 15/10/2018 - 12:17

a milano non ci ho messi più piede da 20 anni, da quando è diventata la città più pericolosa e fetente d'italia! rispecchia esattamente i patani vecchi e nuovi!

Gibulca

Lun, 15/10/2018 - 16:36

GIOVINAP, Milano è tanto pericolosa che le polizze rc auto (con furto e incendio) costano la metà che a Napoli. Così come i premi delle polizze "del capofamiglia" e pure le assicurazioni sulla casa contro furti, incendi e atti vandalici. Gli attuari non mentono ma hanno davanti i veri rischi. Prima di ribattere, le suggerisco di aprire google e vedere chi siano gli attuari, caro giovinap. Questo senza dimenticare che storicamente la delinquenza a Milano è opera di meridionali, ora parzialmente sostituiti dalle "risorse africane"