Napoli, polacco pestava la compagna incinta e viene rimpatriato

L'uomo si era fatto quasi 3 anni di carcere per le violenze sulla compagna in stato interessante. Uscito di galera ha continuato con le molestie e ieri mattina è stato allontanato dal suolo italiano

Un cittadino polacco di 31 anni è stato rimpatriato su decisione dell'ufficio immigrazione di Napoli. L'uomo era stato destinatario di un decreto di allontanamento dal suolo italiano il 7 dicembre dello scorso anno, a cui è stato dato seguito ieri mattina con l'esecuzione materiale dell'espulsione. Lo rende noto Napoli Today.

Il 31enne si era già fatto 2 anni e 10 mesi di galera, dopo essere stato denunciato nel febbraio del 2016 per maltrattamenti in famiglia: l'uomo infatti pestava la compagna, che all'epoca dei fatti era per di più incinta. Uscito dal penitenziario campano di Poggioreale però il polacco ha continuato a perpetrare in modo reiterato violenze e comportamenti ostili nei confronti dell'ex compagna, la quale non si è fatta intimidire e lo ha nuovamente denunciato alla polizia. Gli agenti del commissariato di Napoli hanno dapprima raccolto la nuova denuncia, poi hanno girato tutto il materiale agli uffici consolari, che hanno generato il decreto di espulsione dal nostro Paese del violento. Espletate le formalità di rito ieri mattina lo straniero è stato accompagnato in aeroporto e fatto salire su di un aereo per la Polonia.