Napoli, ragazza picchiata e rapinata: arrestato 20enne cingalese

Nel centro storico di Napoli, una ragazza è stata picchiata e rapinata da due uomini che le hanno sottratto la borsa. Uno dei malviventi, un 20enne dello Sri Lanka, è stato subito fermato dai carabinieri

Notte movimentata nel centro storico di Napoli. I carabinieri del Nucleo radiomobile, infatti, sono intervenuti per sventare una rapina ai danni di una ragazza di 18 anni, aggredita da un immigrato 20enne dello Sri Lanka, risultato essere senza fissa dimora, che insieme ad un complice l’ha minacciata con un coltello per farsi consegnare i soldi che aveva nella borsa.

La violenza è accaduta in via Ecce Homo quando la giovane, che stava camminando da sola, è stata improvvisamente affiancata da due persone che hanno fin da subito manifestato la loro criminali intenzioni. La donna è stata picchiata e, con l’arma puntata contro, ha dovuto cedere ai malviventi la borsa contenente i documenti, poche decine di euro e altri effetti personali.

Preso il bottino, i due sono scappati. I carabinieri, che nel frattempo erano giunti sul luogo della violenza, sono riusciti ad individuare i responsabili dell’aggressione. Dopo un breve inseguimento nei vicoli del centro storico di Napoli, i militari hanno fermato un giovane dello Sri Lanka che addosso nascondeva ancora il coltello utilizzato nella rapina.

Lo straniero arrestato è stato, così, immediatamente condotto nella casa circondariale di Poggioreale. Il complice, invece, è riuscito a fuggire facendo perdere le sue tracce ma ora è in via d'identificazione.

La vittima, che ha riportato diverse ferite nella colluttazione, è stata soccorsa e condotta in ospedale per le cure necessarie venendo, poi, dimessa con una prognosi di 10 giorni.

Commenti

buri

Dom, 13/01/2019 - 21:41

prima un soggiorno in galera e poi un calcio nel sedere e via a casa sua, col divieto perpetuo di tornare in Italia