Napoli, sparatoria nella notte: torna l'incubo faida al centro storico

Una voce anonima ha telefonato alla questura di Napoli avvisando che, in via Carbonara, era in corso una sparatoria

Il centro storico di Napoli, ancora una volta, è tornato a essere il teatro di una violenta sparatoria. Sono quattro, infatti, i colpi sparati nel corso della scorsa notte. La segnalazione è arrivata intorno alle ore 3:20. Una voce anonima ha telefonato alla questura di Napoli avvisando che, in via Carbonara, era in corso una sparatoria. Sul posto sono prontamente giunte due volanti. Al termine del sopralluogo compiuto dagli agenti del commissariato Vicaria-Mercato, veniva ritrovato un bossolo di pistola 9 x 21. Il ritrovamento è stato effettuato all'angolo con via Santa Sofia.

Sulla vicenda indagano gli uomini della Squadra mobile diretta dal primo dirigente Luigi Rinella. Fin dal primo momento, ad ogni modo, è stata esclusa la pista della rapina. Tutte le strade portano alla matrice camorristica. La prima cosa da fare, adesso, é capire a chi erano indirizzati i colpi e se ci sia stata risposta al fuoco. Sebbene, infatti, sul posto sia stato trovato un solo bossolo, la segnalazione parlava di 4 colpi sparati. Può darsi, pertanto, che sia stato usato anche un revolver.

L'unica cosa certa, al momento, è che gli spari, avvenuti proprio nel cuore della notte, sono stati avvertiti in una zona che, già in passato, è stata teatro della terribile faida di Forcella, che vide contrapposti i Sibillo-Giuliano ai Buonerba. Tra i residenti, la paura di tornare a vivere quei terribili momenti è tanta. I clan, con disarmante regolarità, cercano di imporre il proprio predominio nelle attività illecite. A farne le spese, come sempre, sono i napoletani onesti che, quotidianamente, si trovano ad affrontare una realtà che, nella maggior parte dei casi, non ha nulla da invidiare alla finzione cinematografica.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 15/11/2018 - 11:40

tutti hanno i loro guai!!!