Napoli, tenta di rapire bimbo di 6 anni: la folla vuole linciarlo, lo salva la polizia

Un uomo, residente nel parco Verde di Caivano a Napoli, ha tentato di rapire un bimbo di 6 anni: la folla lo ferma e vuole linciarlo, ma viene salvato dalla polizia che lo arresta

Un uomo di 40 anni ha tentato di rapire un bambino di 6 anni che era con la madre, le urla della donna hanno attirato l'attenzione del vicinato che ha fermato l'uomo: solo l'intervento dei carabinieri ha evitato il linciaggio del rapitore.

È finito così in manette, con l'accusa di tentato sequestro di persona, Giovanni Barbato. L'uomo è residente nel parco Verde di Caivano di fronte al palazzo dove viveva Fortuna Loffredo, la bambina uccisa dopo aver subito abusi sessuali da parte di un vicino.

Il tentativo di rapimento è avvenuto nella tarda mattinata di sabato in via Cavour a Qualiano, in provincia di Napoli, ma è stato reso noto solo oggi. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la madre, una 35enne straniera da tempo residente in Italia, aveva appena messo sul seggiolino dell'auto il piccolo di 6 anni e stava aiutando a entrare nell'abitacolo il figlio maggiore.

Mentre la donna saliva in macchina, l'uomo avrebbe approfittato di quei secondi per introdursi nell'abitacolo e tentare di portare via il più piccolo dei due fratelli. A salvare il bambino è stata la cintura di sicurezza allacciata: il rapitore è stato rallentato perché non è riuscito a disinserirla con facilità e a prendere il piccolo.

Nel frattempo, la madre, accortasi dell'uomo che si era sporto all'interno della vettura sul lato passeggeri, ha messo in marcia l'auto per allontanare il bambino dal pericolo. Poi ha iniziato a urlare richiamando l'attenzione di alcune persone che si trovavano nella zona e che sono accorse subito. La folla è riuscita a bloccare il rapitore e ha cercato di linciarlo: solo l’intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

Intanto, infatti, lo zio dei bambini aveva richiamato l'attenzione di una pattuglia di carabinieri in transito, che ha velocemente raggiunto l'uomo, arrestandolo e sottraendolo alla furia della gente. In sede di convalida il gip ha disposto per lui la custodia in carcere. Sono ancora in corso le indagini per comprendere i motivi del tentato rapimento.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 12/06/2017 - 16:00

La polizia non c'e' mai quando serve ma c'e' sempre quando non serve.

jenab

Lun, 12/06/2017 - 16:21

non si capisce perchè quando non serve, le forze dell'ordine sno sempre presenti...bastavano pochi minuti di ritardo...

manfredog

Lun, 12/06/2017 - 17:21

..quando deve arrivare in fretta (la pattuglia..), magari tarda, quando deve..attardarsi, arriva subito..!!..non c'è più la forza pubblica di una volta, anche se, in questo caso.. mg.

giovanni951

Lun, 12/06/2017 - 17:46

dovevano lasciarli fare.....

Ettore41

Lun, 12/06/2017 - 17:54

Film gia' visto. Verra' immediatamente rimesso in liberta' perche' il sequestro non si e' consumato. A volte la Polizia dovrebbe sbagliare strada.

baronemanfredri...

Lun, 12/06/2017 - 18:10

QUESTO E' UN OTTIMO INIZIO, PERO' QUANDO UN CLANDESTINO A NAPOLI HA UNA MAZZA O ALTRO COME MAI NON SCENDONO DALLE CASE E LO LINCIANO? E' OTTIMO DETERRENTE CONTRO I CLANDESTINI. QUESTO ANDAVA LASCIATO ALLA FOLLA SONO SICURO CHE ALTRI NON AVRANNO PIU' VOGLIA DI FAE CIO'.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 12/06/2017 - 18:31

Peccato.....potevano lasciarli finire il lavoro.

enzolitti

Lun, 12/06/2017 - 20:16

'sti Carabinieri! Perché non si facevano i cavoli loro?

19gig50

Mar, 13/06/2017 - 00:01

Ecco in questi casi la polizia non dovrebbe intervenire.

FRATERRA

Mar, 13/06/2017 - 07:16

Quanta solerzia delle forze dell'ordine da poter sfruttare per acciuffare il non russo Igor.........

Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 13/06/2017 - 08:51

ma guarda il gip ha convalidato l'arresto, ha nome e cognome?

Marcolux

Mer, 05/07/2017 - 21:48

Ma che fanno i poliziotti? Sono come i magistrati che difendono i delinquenti? Sono diventati comunisti anche loro?