Napoli, tre rapinatori puntano pistola alla tempia di un bimbo

I tre hanno preso in ostaggio una famiglia e hanno puntato la pistola alla tempia di un bimbo di appena tre anni. Arrestati

Pur di portare via il bottino in una casa a Napoli, tre rapinatori pluripregiudicati non si sono fatti scrupoli e hanno puntato la pistola alla tempia a un bimbo di appena tre anni, costringendo il padre a consegnare loro 25mila euro in contanti, 3 Rolex d'oro e altri oggetti personali.

È successo ieri pomeriggio in via Alessandro Volta, nel quartiere Vasto Arenaccia, dove i tre hanno tenuto in ostaggio l'uomo, i suoi figli (16 e 3 anni) e la madre, fino a che non gli è stato consegnato quello che chiedevano. Poi sono fuggiti a bordo di una Lancia Y.

I tre sono stati però subito rintracciati dalla polizia grazie al sistema "cattura targhe" che ha consentito agli agenti di rintracciare l'auto. Prima è stato identificato l'intestatario del mezzo, Mario Scognamiglio, un pluripregiudicato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, a casa del quale hanno trovato la Lancia Y. Nel corso di un appostamento, gli agenti hanno poi fermato il secondo complice, Salvatore Attanasio, pregiudicato in affidamento in prova ai servizi sociali, con 9mila euro in contanti negli slip e un Rolex. Infine, dopo un'irruzione è stato fermato anche il terzo rapinatore, Armando Vinciguerra, con precedenti per rapina e furto.

Arrestati per rapina aggravata e sequestro di persona a scopo di rapina, i tre sono stati portati alla Casa circondariale di Poggioreale.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 01/08/2017 - 13:54

Che schifo !... va beh ma dove siamo? a Napoli? Ah beh, normale.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 01/08/2017 - 13:56

Fuori di nuovo ai domiciliari fra un paio di giorni SCOMMETTIAMO!!! Pero voi del Giornale e l'amico giovinap, fatecelo sapere!!! AMEN.

Marcello.508

Mar, 01/08/2017 - 14:19

Tre delinquenti per di più fessi, che si sono tagliati i cabbasisi da soli. Sempre che la giustizia commini loro il massimo della pena prevista in questo caso, senza fare sconti di alcun genere.

Ritratto di Enrico1949

Enrico1949

Mar, 01/08/2017 - 15:06

Tranquilli.Al massimo 3 anni con la condizionale, liberi, ma con obbligo di firma.Personalmente preferirei pene più sostanziose ma in Italia non si può fare.Ci sono le leggi, ma come diceva Proust la legge che non fà paura non è una buona legge

ziobeppe1951

Mar, 01/08/2017 - 15:25

O' ciucciariello ...è proprio vero ..Napule è come Raqqa..viva la giuventus

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 01/08/2017 - 15:30

Napule è sempre in vetta alle classifiche.

giovinap

Mar, 01/08/2017 - 15:50

egregio hernando45,ti terrò informato se tu mi tieni aggiornato,sulla"carcerazione"di madre e sorella disabili,per rubargli la pensione,e se mi fai sapere gli sviluppi sulla notiza del fidanzato che uccide la fidanzata e la porta in questura,e anche dell'omicidio suicidio(duplice omicidio)di trento,non ti dimentica di tenermi aggiornato sui maltrattamenti di un padre su una "criatura" ricordita che non c'è essere umano che ha facoltà di scagliare la prima pietra,ma in compenso ci sono "umani" che riescono a vedere la pagliuzza negli occhi altrui , e non riescono a vedere la trave nei loro occhi .

Ritratto di vadis

vadis

Mar, 01/08/2017 - 16:39

Lavori forzati a vita!

Ritratto di tomari

tomari

Mar, 01/08/2017 - 17:23

E poi, se si parla male di Napoli, Giggino o' manettaro si offende!