Natale senza stipendio per 330 operatori del servizio di pulizia del Cardarelli di Napoli

I lavoratori sono dipendenti della ditta Romeo, vicina al Pd e al centro dell’inchiesta Consip. Protestano i sindacati che minacciano di scioperare

Un Natale amaro per i lavoratori della ditta Romeo pulizie, rimasti senza stipendio a pochi giorni dalle festività di fine anno. I 330 dipendenti del cantiere dell’ospedale Cardarelli di Napoli non hanno ricevuto la tredicesima e hanno immediatamente iniziato la protesta.

Sul piede di guerra anche i sindacati. “È la peggiore ditta che ha prestato servizio nella nostra azienda ospedaliera – hanno dichiarato i responsabili dei Cobas – speriamo vada via al più presto. È vergognoso che al 22 dicembre questi lavoratori debbano presidiare e protestare per un loro sacrosanto diritto. Gli operai non possono elemosinare qualcosa che avrebbero già dovuto percepire e spendere”.

La ditta Romeo, che fa capo all’imprenditore napoletano Alfredo Romeo, al centro di uno dei filoni dell’inchiesta Consip nata a Napoli e passata a Roma per competenza, noto per i suoi stretti rapporti con il Pd di Matteo Renzi, ha vinto l’appalto con una gara a ribasso del 28%. “Sembra che Romeo – continuano i sindacati – voglia far scontare tutto ciò agli operai del Cardarelli. Se non verranno pagate le tredicesime incroceremo le braccia”.