Nei guai gang di 14enni che scippava le anziane

Segnalati alle autorità tre ragazzini di 14 e 15 anni. E' accaduto a Eboli, dove qualche giorno fa, venne scoperta la banda dei bambini che rubava i giocattoli per i poveri

Baby gang in azione: cinque minorenni scippano una donna di 80 anni, tre vengono acciuffati dai carabinieri, altri due sono ancora ignoti. È accaduto a Eboli, in provincia di Salerno, dove solo qualche giorno fa venne scoperta la banda dei bambini che voleva rubare i giocattoli destinati ai coetanei poveri.

L’episodio s’è verificato, come rivela la stampa locale, nella serata di mercoledì scorso, praticamente alle porte della città. La signora stava passeggiando su un marciapeide quando è stata strattonata dai ragazzini che, impossessatisi della borsa, se la sono svignata di corsa. Sarebbero stati in cinque, secondo la versione dell’anziana, ad aggredirla per strada.

Sporta denuncia ai carabinieri del posto, i militari hanno subito avviato le indagini identificando almeno tre dei presunti aggressori della donna. Due di loro hanno appena quattordici anni, l’altro ne ha appena compiuti quindici. Ad uno dei tre ragazzini ritenuti coinvolti nello scippo all’ottantenne, è stata scoperta la refurtiva. Sono stati tutti, per il momento, segnalati all’autorità giudiziaria minorile.

Il fatto riporta l’attenzione sul problema della delinquenza minorile e non solo nella città in cui, negli ultimi tempi, per ben due volte le forze dell’ordine si sono trovate ad aver a che fare con adolescenti o addirittura con dei bambini. Si tratta di un problema che è in forte recrudescenza in tutte le aree periferiche del Mezzogiorno e delle zone metropolitane in tutta Italia e sul quale tutori della legge e strutture pubbliche insieme al volontariato continuano a profondere un importante impegno preventivo per sottrarre i ragazzini alle false chimere dei soldi facili che “regala” il crimine e la scelta sballata di vivere una vita ai margini della legalità.

Commenti

blackindustry

Sab, 13/08/2016 - 18:02

E lasciateli lavorare, se no come fanno a pagarci le pensioni?? Adesso ovviamente resteranno impuniti in quanto incensurabili, ed impareranno che in Italia anche se delinqui, soprattutto se immigrato, resti libero. Se gli facessero passare i prossimi 2 anni in ospedale reparto ortopedia e riabilitazione, probabilmente o la smetterebbero di delinquere, o andrebbero a farlo in altra nazione meno severa. Ma l'italia e' antifascista, per cui i delinquenti sono coccolati.

CONDOR53

Ven, 19/08/2016 - 14:40

sono ragazzi e come tali vanno tutelati ....... sono le future nostre risorse insieme ai cari migranti quindi guai ha chi li tocca.