Nel Brindisino passaggi a livello alzati mentre i treni attraversano i caselli

Paura a San Pancrazio e ad Erchie. Le Ferrovie del Sud Est dicono “guasto meccanico”, ma i cittadini sono preoccupati

È stato spiegato come un guasto meccanico, a San Pancrazio Salentino, in provincia di Brindisi, dove le sbarre del passaggio a livello sono rimaste alzate mentre il treno attraversava le rotaie che tagliano in due una strada trafficata all'interno del paese.

Il ricordo del 12 luglio scorso, la strage dei treni a Corato, è ancora vivo nel ricordo dei pugliesi e la paura di un altro incidente ferroviario è forte. Soprattutto se continuano ad esserci guasti come quello di sabato scorso nel brindisino.

I binari solcano il piccolo paese e numerose sono state le segnalazioni al comando di polizia da parte dei cittadini che hanno visto la scena. La tragedia è stata sfiorata, se si pensa al passaggio delle automobili e dei pedoni in pieno giorno in quel tratto di strada attraversato dalla ferrovia.

Responsabili, a quanto pare, le Ferrovie del Sud Est (che dopo la firma del decreto da parte del ministro dei trasporti Graziano Delrio sono state integrate nelle Ferrovie dello Stato, ndr). Secondo fonti di stampa locale, il personale era a conoscenza del guasto tecnico che, però, fino al pomeriggio inoltrato non è stato risolto. L'azienda avrebbe riferito che i treni, in attesa della procedura di manutenzione, sarebbero passati lentamente dai paesi. La stessa cosa è accaduta ad Erchie da cui passano, su un unico passaggio a livello, gli stessi treni che corrono lungo il tratto di San Pancrazio.

In realtà sono ormai quotidiane le segnalazioni da parte di molti cittadini pugliesi che ormai vivono con la paura di attraversare la strada in corrispondenza dei passaggi a livello.

Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Lun, 08/08/2016 - 13:46

"Nel Brindisino passaggi a livello alzati mentre i treni attraversano i caselli" E' il loro modo di salutare chi sta arrivando!

ziobeppe1951

Lun, 08/08/2016 - 13:47

Efficienza patana

giovauriem

Lun, 08/08/2016 - 13:51

la puglia si è tanto autodecantata , ma a me sembra che è una regione allo sbando ; o no ?

maricap

Lun, 08/08/2016 - 14:08

I treni possono transitare anche con le sbarre alzate. In questi casi il macchinista viene avvisato con apposito modulo che deve controfirmare, che al chilometro X troverà un passaggio a livello con barriere alzate. La procedura impone che dopo la fermata, prima di impegnarlo, ci si accerti che nulla possa esserci di ostativo. Quindi si emettano segnali sonori, e si proceda poi a passo d'uomo. Quindi nella massima sicurezza. Per chi dovesse arrivare mentre il convoglio sta attraversando la strada, c'è da dire che un treno messo di traverso, si vede molto meglio delle sbarre abbassate.

FRANZJOSEFVONOS...

Lun, 08/08/2016 - 15:04

CI SONO DUE POSSIBILITA' SPOSATE LA LINEA FERRATA OPPURE COSTRUIRE UN SOTTOPASSAGGIO. NON VI PREOCCUPATE ESSENDO CHE IN PUGLIA C'E' LA SINISTRA DARANNO LA COLPA AD UN POLITICO CHE VIVE IN LOMBARDIA.

Blueray

Lun, 08/08/2016 - 15:05

Oggi, in caso di mancato abbassamento delle sbarre, non è più consentito al macchinista attraversare il passaggio procedendo “a vista”, ossia ad andatura lenta e dopo aver verificato l'assenza di transito di veicoli.Dal 1/1/2013 l'ANSF, Agenzia Naz. per la Sicurezza delle Ferrovie, istituita nel 2007 con legge dello Stato e che ha il compito di controllo e regolamentazione sulle tematiche inerenti la sicurezza dei trasporti ferroviari, ha posto in essere, mediante decreto, una norma (art.15) che impone il fermo del treno prima dell'attraversamento del passaggio a livello, con ripresa della corsa non prima che “il regolatore della circolazione abbia messo in atto...i provvedimenti cautelativi che assicurino l'assenza dei transiti lato strada”. Ossia per far riprendere la corsa del treno occorrono “provvedimenti cautelativi”, e il più immediato sembrerebbe essere la richiesta di intervento delle forze dell'ordine se la postazione degli operatori di RFI è lontana