Si spaccia per maresciallo dei carabinieri per estorcere denaro ad anziana

È accaduto a Fasano, in provincia di Brindisi. L'uomo è finito in manette insieme ad altre sette persone

Diceva di essere un maresciallo dei carabinieri, ma in realtà faceva parte di una vera e propria banda della truffa. Con questa scusa aveva provato a ingannare un'anziana di 78 anni. Una dei tanti. Più furba di loro, però, la signora, non ha creduto di parlare con un carabiniere e ha chiamato i carabinieri...quelli veri.

È accaduto a Fasano, un Comune in provincia di Brindisi. A darne notizia è il "Nuovo Quotidiano di Puglia".
Otto sono le persone di origine campana arrestate dai militari di Terni. Sono accusati di associazione per delinquere, concorso in truffa aggravata, consumata e tentata. Hanno messo a segno oltre trecento truffe ai danni di persone anziane nel centro-sud Italia per un bottino di oltre 400mila euro.

Secondo quanto si legge sul quotidiano pugliese, il malvivente avrebbe telefonato all'anziana di Fasano in qualità di avvocato, riferendole che il figlio si trovava in stato di arresto nella stazione dei carabinieri del Comune del Brindisino per un tamponamento da lui causato. Subito dopo è passato ai conti da pagare. Alle spese legali da sostenere.
La signora ha subito dopo telefonato al figlio che, invece, era a lavoro e non aveva causato nessun incidente e non si trovava in nessuna caserma dei carabinieri.
Poco dopo l'anziana ha ricevuto una seconda telefonata, in cui lo stesso truffatore si è spacciato per maresciallo dei carabinieri. Lei ha riconosciuto la voce ha chiuso il telefono e ha denunciato subito l'accaduto al 112.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 27/01/2019 - 08:34

Nel suo piccolo, faceva il Bergoglio.