Nel Salento, a Tricase, una donna travolta da un'onda muore annegata

Inutili i tentativi del figlio di salvarla. Il corpo rinvenuto diverse ore dopo da un elicottero

Le coste pugliesi del Salento, pur nella loro unicità e bellezza, oggi, si sono tinte di rosso per una tragedia del mare.


A Marina Serra, una nota località di mare di Tricase, piccolo centro in provincia di Lecce, nella tarda mattinata di oggi, è stato rinvenuto il cadavere di una donna restituito dal mare alla terraferma.


Si tratta di Francesca Carbone, una 63enne del posto. Era seduta sugli scogli con la sua famiglia a prendere il sole in una giornata estiva come tante. Ma, all'improvviso, un'onda l'ha travolta, scaraventandola in acqua e spingendola al largo. Con lei c'era il figlio che ha cercato in ogni modo di riportarla a riva senza purtroppo riuscirci. Il vento era forte ed il mare troppo agitato. Ha rischiato anche lui di annegare dopo essersi gettato in acqua per salvare la madre.


Sono passate diverse ore prima che il corpo della vittima fosse recuperato, restituito dall'acqua nella zona di Corsano, a circa dieci chilometri di distanza dal luogo della caduta. I vigili del fuoco hanno dovuto fa ricorso all'elicottero della guardia costiera per individuare la salma della donna durante l'operazione di recupero.