Nell'hotel di lusso dove soggiornò Hemingway

Il fascino della grande hotellerie di lusso italiana si trova proprio sulle sponde del Lago Maggiore. La si prova al Grand Hotel des îles Borromées: albergo storico nato nel 1863, buen retiro di tanta nobiltà. Complice l'arrivo dell'«Orient-Express» che trasformò la stazione di Stresa in una tappa obbligata sulla linea Londra-Parigi-Milano-Venezia-Costantinopoli portando un turismo di élite da tutta Europa. Ernest Hemingway rimase talmente affascinato da Stresa e dal Grand Hotel des îles Borromées da citarlo nel suo celebre libro «Addio alle armi». La sua camera, oggi suite Ernest Hemingway, conserva ancora il numero 106. Camera con colazione da 297 euro, diverse le promozioni estive. Info: 0323.938938, www.borromees.com. Per un ottimo risotto al pesce persico e filetto di coregone, ma anche trota e lavarello c'è, fresco di rinnovo gestione, il Ristorante Elvezia, sull'Isola Bella, (tel. 0323 30043). Menù antipasto e primo da 17 euro, con secondo da 25 (vino escluso). Tra i piatti imperdibili lucioperca tiepido su crema di cannellini e piccole verdure. Aperto tutti i giorni per il pranzo, la sera su prenotazione. Sempre aperto invece «Lo Stornello» a Stresa (www.ristorantelostornello-stresa.it).