Nepal, giovane disperso sull'Himalaya trovato vivo dopo 47 giorni

Quando è stato salvato dai soccorritori il ragazzo aveva perso 30 chili ed aveva il corpo pieno di vermi. La sua fidanzata non è riuscita a sopravvivere

Un escursionista 21enne, Liang Sheng Yueh, è riuscito a sopravvivere 47 giorni sull'Himalaya. Insieme alla fidanzata era scomparso durante un'escursione pianificata in un giorno di forti nevicate.

Alcune ore fa, come racconta il Taiwan News, un team di soccorritori di alta quota è riuscito a ritrovare il giovane, originario di Taiwan, in un burrone a circa 2.600 metri di altitudine nei pressi del villaggio di Tipling, in Nepal. Accanto a lui il corpo della fidanzata, la 19enne Liu Chen Chun, che non è riuscita a sopravvivere. Il 21enne invece è stato trasportato in ospedale e non è in pericolo di vita.

"La testa piena di pidocchi"

"Il ragazzo riesce a parlare lentamente, mi ha detto che la sua ragazza è morta tre giorni fa. Non ha ferite traumatiche, ma lesioni causate dai morsi dei vermi", ha dichiarato il dottor Sanjaya Karki, del Grande International Hospital di Katmandu. Nei 47 giorni l'escursionista ha perso 30 chili. Quando è stato trovato dai soccorritori la testa era coperta di pidocchi e un piede di larve. La Bbc riferisce che i due ragazzi sono stati avvistati dagli abitanti del luogo, che hanno chiamato l'elicottero dei soccorsi.