"Nessuna sala operatoria è libera". Così a Napoli si muore in ospedale

La donna, affetta da una miocardite con versamento pericardico, tenuta per una notte in attesa. Solo alle 6 del mattino il trasferimento. Ma è stato tutto inutile

A Napoli ci sono ben nove cardiochirurgie campane. Cinque sono pubbliche. Le altre quattro sono private accreditate. Ma, nella notte tra l'8 e il 9 marzo, nessuna di queste aveva una sala operatoria libera. E Francesca Napolitano, una donna di 42 anni di Bagnoli, è morta dopo un'attesa di tre ore. Ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale San Paolo a Napoli per una miocardite con versamento pericardico, la paziente è stata trasferita al Monaldi solo alle 6 del mattino. Ma per lei non c'è stato molto da fare.

La malasanità napoletana fa un altro morto. Come racconta il Mattino, il polo cardiochirurgico del Monaldi è stato più volte allertato dal 118 e dallo stesso ospedale San Paolo. Ma tutte le volte ha negato il ricovero perché entrambe le sale chirurgiche erano impegnate, una per un trapianto di cuore e l'altra attivata (alle 3 di notte) per un aneurisma dissecante dell'aorta in trasferimento dal Cardarelli. La donna, che aveva il cuore stretto in una morsa che gli impediva di battere, ha resistito tutta la notte. Alle 6 del mattino è stato, quindi, disposto il trasferimento nell'ex sanatorio. Al Monaldi è stata trasferita in rianimazione dove le hanno fatto una pericardiocentesi, un drenaggio al pericardio che serviva a far defluire il liquido accumulato attorno al cuore, ma alle 8 del mattino un arresto cardiocicircolatorio ha stroncato la donna.

I famigliari della donna hanno già presentato una denuncia. I carabinieri hanno già sequestrato la cartella clinica della paziente per far luce sull'accaduto. L'autopsia, che sarà effettuata al policlinico Federico II, darà poi un quadro più chiaro dell'accaduto.

Commenti

Lapecheronza

Ven, 11/03/2016 - 10:49

Un pasto per degente negli ospedali campani costa sugli 80 €; nel Veneto sui 6 - 7 €. L'elenco è talmente lungo e frequente, sopratutto in campo sanitario, che ormai notizie come queste sono la norma del meridione (vd. concetto statistico) e neppure sorprendono più. Per cambiare bisogna prenderne atto, punire i responsabili licenziandoli in tronco (pratica sconosciuta in Italia) dai vertici fino all'ultimo dei portantini lavativi, invece querelano conduttori TV quando asseriscono che Napoli è in alcune zone sporca (dimentichi fino a qualche anno la mondezza arrivava al secondo piano dei palazzi).

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 11/03/2016 - 11:19

naturalmente la colpa è del PD, che se ne frega totalmente di come gli italiani crepano, mentre si preoccupa moltissimo di far felici i clandestini e gli islamici!! strano eh? :-)

Boxster65

Ven, 11/03/2016 - 11:21

Tanto a Napoli era probabile sarebbe comunque morta o sotto i ferri o per complicazioni post operatorie tipo setticemia o problemi simili. Napoli è oltre il quarto mondo...

ziobeppe1951

Ven, 11/03/2016 - 12:38

Ma è normale che queste cose succedano in un paese del terzo mondo, di che meravigliarsi

Duka

Ven, 11/03/2016 - 12:40

ECCO LA SANITA' PUBBLICA NELLE MANI DELL'INCAPACITA' E INCOMPETENZA IN PERSONA. Chi ha avuto la disavventura di finire al Pronto Soccorso e/o prima ancora dal "medico della mutua" sa bene in quali miserevoli mani si trova il sistema sanitario pubblico. Un carrozzone dove la parola più gettonata è CORRUZIONE e RACCOMANDAZIONE. Medici assunti ASL con lauree dai punteggi appena sufficienti , e, tuttavia, nessuno sa come conseguiti, rilasciate da piccole università di provincia, chiaramente sovvenzionate dallo stato, sorte come funghi negli ultimi anni- Il "medico della mutua" quasi sempre un emerito somaro che di mestiere fa il passacarte intascando, però, la bella somma di Euro 6000/mese. QUESTA LA SANITA' PUBBLICA.

linoalo1

Ven, 11/03/2016 - 13:01

Sfiga!!Solo Sfiga!!!

emigrante48

Ven, 11/03/2016 - 13:18

Che strano che sia successo próprio a Napoli, la cittá "do sole e do mare(superinquinato)"e non in quelle grigie,incivili e fredde cittá del nord tipo Bergamo, Brescia, Verona, Udine. È próprio vero il detto" Vedi Napoli e poi muori"

unosolo

Ven, 11/03/2016 - 13:21

malasanità o incapacità gestionale di una Nazione ? mala gestione sicuramente di un governo egoista, un aereo che ci costa una finanziaria e ci mancano sale operatorie che governo è ? spendiamo miliardi per due o tre viaggi istituzionali ogni cinque anni , seviva buttare quei soldi sull'aereo ? no ! mania di protagonismo sviscerato di un PCM egoista e senza responsabilità verso chi paga salate tasse,.

mareblu

Ven, 11/03/2016 - 14:05

gli appelli di malasanita' a questi mmerdosi di politici non arrivano mai , perche' raglio d'asino non giunge al cielo. ma a loro vada tutto il mio disprezzo e la mia indignazione ; quando quando si presentano nelle strutture pubbliche con tutto il loro codazzo pronti a scavalcare tutto e tutti. VERGOGNATEVI DI ESSERE OSSEQUIATI. SCHIFOSI ! PENSATE A COSA AVETE RUBATO, E PERCEPITE A DISCAPITO DELLA POVERA GENTE LA QUALE DOPO ANNI DI SACRIFICI SI VEDE NEGARE ANCHE LE COSE ESSENZIALI .SIETE DELLE ZECCHE.

milope.47

Ven, 11/03/2016 - 14:09

Ma Renzi ha sempre affrontato il problema della malasanità. Su questo tema ha sempre risposto: BASTA LA SALUTE.

epc

Ven, 11/03/2016 - 14:31

Tutta colpa di Rizzi, della Lega e della sanità lombarda che è corrotta!!!!

epc

Ven, 11/03/2016 - 14:31

Tutta colpa di Rizzi, della Lega e della sanità lombarda che è corrotta!!!!!!!!

Griscenko

Ven, 11/03/2016 - 16:01

Duca. Ma di cosa parla? Le facoltà di medicina ci sono soltanto nelle grandi città. In Italia operano professionisti medici stritolati da leggi assurde che li obbligano a scrivere scartoffie. Il medico di base è diventato un burocrate che rilascia ricette, non per colpa sua, ma per colpa di uno Stato ridicolo. I medici vivono nella paura di essere denunciati con qualsiasi pretesto. Vi sono associazioni di parassiti che agiscono legalmente contro i medici per spillare i soldi alle assicurazioni. Dobbiamo smetterla in Italia di prendercela con chi realmente lavora e fa il suo dovere. Quello che è successo è colpa dei politici che sistemano fannulloni nelle USL a prendere lo stipendio senza fare niente e poi tagliano le spese a chi lavora e si prodiga per la salute dei cittadini.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 11/03/2016 - 16:05

Tanto per la cronaca, Il pool di Monza che ha arrestato RIZZI, ha deciso la restituzione dei 1900Euri e dei 5.000 FrS trovatigli in casa (nel freezer) perche è stato dimostrato che NON provenivano da MAZZETTE. Se vedum.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 11/03/2016 - 16:43

L'atto medico di cui necessitava la paziente non richiede la disponibilità di una sala operatoria, bensì quella di un ecocardiografo di un ago da pericardiocentesi e di un operatore esperto. Nonchè successiva osservazione in reparto di terapia intensiva. Mi pare che nulla di queste componenti,strumentali ed umane, difettassero. A questo punto: dove sta la notizia?

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 11/03/2016 - 16:57

Supponiamo che alla stessa ora, per lo stesso problema e nello stesso luogo ci fosse stata un'alta autorità di questo stato; penso che sarebbero state disponibili tutte le tredici cardiochirurgie. Pronto a scommettere.

rossini

Ven, 11/03/2016 - 17:15

Le sale operatorie erano tutte occupate dagli extracomunitari che vengono a farsi curare in Italia. La poveretta era un'italiana. Per lei nessuna priorità. In coda! A morire come un cane.

blackbird

Ven, 11/03/2016 - 17:16

Ma quale "malasanità"! L'articolo dice che in una sala operatori asi stava intervenendo per un trapianto di ciuore e nell'altra per un aneurisma! Cosa avrebbero dovuto fare i medici? Sospendere un intervento per iniziarne un altro? La colpa è tutta solo politica! Sono le giunte regionali e i sindaci delle grandi città che hanno avuto in mano l'organizzazione e la gestione della sanità. Loro le decisioni su dove realizzare i centri ospedalieri, le specialità e le dimensioni. Loro la gestione economica dei poli ospedalieri e delle USSL, ASL o come diavolo hanno deciso di chiamarle di volta in volta, pretendendo di riformare semplicemente cambiano nome (tipico della sinistra)! E siccome la Campania è stata governata per dcenni dalla sinistra (con una miriade di sigle) la colpa è della sinistra!

rossini

Ven, 11/03/2016 - 17:21

Cari napoletani, ve lo meritate. Alle prossime elezioni i probabili vincitori saranno quel campione di inefficienza del vostro attuale sindaco De Magistris oppure la candidata del PD, o ancora Bassolino o, dulcis in fundo, un cinque stelle. In più vi siete scelti De Luca come ciliegina sulla torta. Non vi lamentate. Ve la siete cercata.

brunog

Ven, 11/03/2016 - 17:31

Un'altra eccellenza del meridione. Il Sud dimostra di essere irrecuperabile perche' c'e' una diffusa mentalita' sbagliata piu' simile al Nord Africa.

Keplero17

Ven, 11/03/2016 - 17:53

Se tu dai i soldi a cani e porci e tagli i fondi per la sanità il risultato è questo, è inutile perfino indignarsi. La coperta è quella.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 11/03/2016 - 20:06

mica come i negri clandetini che vanno all'ospedale in elicottero o in sala operatoria super accessoriate delle navi militari! VOTATE PD, VOTATE

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 11/03/2016 - 20:06

mica come i negri clandeStini che vanno all'ospedale in elicottero o in sala operatoria super accessoriate delle navi militari! VOTATE PD, VOTATE

oicul44

Ven, 11/03/2016 - 20:36

pensavo che napoli fosse in italia forse devo rivedere ii miei libri di geografia queste cose succedono sempre nelle zone piu povere del africa

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 11/03/2016 - 21:27

Menphis# Dove sta la notizia ti chiedi? La notizia sta nel fatto che hanno lasciato morire abbandonata in corsia una donna. Se non diffettavano tutte quelle cose che hai scritto té, perché l'hanno dunque lasciata morire??? E poi i napoletani si lamentano se qualcuno dice che é una cittá innondata di merxxda ; che é governata da imbxxxcilli ed infine che i suoi abitnti fanno tutto il possibile per meritarsi quei titoli.

Ritratto di Folgore60

Folgore60

Ven, 11/03/2016 - 21:55

Scusate ma ci andrei molto piano nel saltare a conclusioni e condanne affrettate, specie sull'onda del "razzismo" da differenza di parallelo geografico. Per mio padre, ormai tanti anni fa, nella "culla" della Medicina di Padova, abbiamo rischiato che lo accoppassero. Sono orgogliosamente meridionale e dotato, come tanti, di buonsenso. Conosco bene il significato ed il valore dell'errore umano, quello può capitare. Ma mi soffermerei maggiormente sullo sfacelo creato dalla politica nella sanità in nome dei "conti" e delle ruberie, senza rispetto della vita degli italiani (ma non degli immigrati) e dell'aumento di eventi avversi da malagestione generale imposta dalla politica. Tutto il marcio sta soprattutto lì. Meditate ...