Nessuna traccia di Yara nel furgone e nell'auto di Bossetti

Depositata la perizia del Ris: dalle analisi svolte non emergono elementi contro il muratore di Mapello

Non ci sono tracce di Yara Gambirasio sul furgone Fiat Daily e sulla Volvo V40 di Massimo Bossetti. E il Dna della ragazza non è stato trovato neanche sugli oggetti sequestrati in casa del muratore, in carcere dal 16 giugno scorso per l’omicidio della tredicenne di Brembate di Sopra (Bergamo). A dirlo non è la difesa ma la perizia del Ris, il reparto per le investigazioni scientifiche dei carabinieri: confermate, quindi, le indiscrezioni dei mesi scorsi. I risultati della perizia sono stati stati depositati in Procura a Bergamo. Il pm Letizia Ruggeri è ancora in attesa, invece, della relazione affidata agli esperti dell’Università di Pavia sui peli trovati sul corpo della ragazza e di quella sui computer e i telefoni cellulari di Bossetti per poter chiudere le indagini.

L'attenzione del Ris si era concentrata su materiale biologico, impronte e tessuti (fibre). Hanno setacciato ogni minima traccia sul furgone e sull'auto di Bossetti. Ma alla fine il risultato parla chiara: non c'è alcuna traccia che possa inchiodarlo. Sembrerebbe trovare conferma, quindi, quanto aveva dichiarato il muratore mesi fa, poco dopo l'arresto: "Cerchino pure, non troveranno nulla contro di me". Trovare qualcosa dopo tre anni e mezzo dal delitto non era facile, ma un dettaglio microscopico poteva essere sfuggito (ed emergere all'occhio attento del Ris). Invece nulla. O, per meglio dire: sono state trovate molte tracce, ma nessuna riconducibile in qualche modo a Yara. Il Corriere della sera aggiunge che si attendono ancora i risultati su "una matassa di peli, capelli, sottili fibre scovati anche negli angoli più nascosti del furgone di Bossetti". 

Che dire dei telefonini e dei computer? Se i tecnici non trovassero nulla di rilevante nemmeno lì, sarebbe una batosta per l'accusa, alla ricerca di elementi per "inchiodare" Bossetti. Il sospetto resta forte: sugli slip della povera ragazza sono state trovate tracce di Dna dell'uomo di Mapello. Com'è possibile che siano finite lì? A questa domanda non c'è ancora una risposta. La difesa del muratore, però, chiede la ripetizione del test. Visto che può essere la "prova regina", non ci si puà limitare a un solo test. 

Commenti
Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 12/12/2014 - 09:58

io comincerei a far stilare ai miei avvocati la richiesta di risarcimento

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 12/12/2014 - 10:26

tutte storie! l' opinione pubblica esige un colpevole e dato che Alfano lo ha gia annunciato, il colpevole è e resterà fino alla morte questo Bossetti ance se non lo fosse: anzi se non lo fosse sarà il caso di costruire prove adeguate in modo da evitare che l' opinione pubblichi ricominci dare segni di nervosismo: la signora D'Urso è comunque costantemente informata dei fatti: é quindi in grado di fornirci tutti i bollettini prima ancora che gli stessi indagatori siano informati e li emettano: basta ascoltarla ogni giorno sulla cinque dopo le sei del pomeriggio.

husqvy510

Ven, 12/12/2014 - 10:39

vogliono incriminare a tutti i costi il "mostro". Ma mi sa che questa volta non ci riusciranno. Non ho idea se sia colpevole o innocente, ma per ora in tutta questa storia un vero colpevole c'è: il magistrato che si ostina a farci spendere soldi inutilmente e a tenere in carcere un uomo senza alcuna prova di colpevolezza. Ma oramai per lei sarebbe uno smacco doverlo scarcerare. Vi rendete conto in che mani giudiziarie siamo?

Marlo

Ven, 12/12/2014 - 10:39

Mutuando la logica del CHI ROMPE PAGA, comincerei con chi ha svolto e sta svolgendo le indagini. Si è completamente persa di vista la cautela che in simili complessi casi giudiziari imporrebbe di far prevalere il dubbio agli imperativi categorici. Imperativi categorici che in molti casi di cronaca nera si sciolgono come neve al sole.

blackbird

Ven, 12/12/2014 - 10:41

Mi domando: il DNA trovato sugli indumenti di Yara è quello di Bossetti o è solo "compatibile" con quello del muratore arrestato?

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 10:54

Condivido quanto scritto da lurabo. Un'accusa senza capo nè coda, basata su un DNA che dovrebbe avere tre mesi e quindi inidentificabile secondo la scienza genetica criminale mondiale. In tutti i crimini vi deve essere il Movente, l'occcasione, l'obiettivo da colpire, l'arma del delitto e soprattutto LE PROVE. Il movente di delitto sessuale non c'è perchè l'autopsia ha confermato nessuna violenza sessuale, l'occasione nemmeno. Si parla di un improbabile agguato quando è solo il caso che ha fatto uscire Yara. Bossetti nemmeno la conosceva e nessuno ha potuto dimostrare il contrario. Si suppongono ben tre diverse armi che hanno ferito Yara ma non c'è traccia di nessuna di esse. Il DNA a dire che è del Bossetti è solo l'accusa, gli stessi RIS hanno scritto che non è identificabile. Di prove nemmeno l'ombra. I PM sono andati a caccia di farfalle.

Dordolio

Ven, 12/12/2014 - 10:59

Dai! Dai! Ancora un po' di pazienza e qualche altra cosa si troverà! Un qualche bel supplemento di indagine e magari il Bossetti si impicca in cella e leva un sacco di gente dall'imbarazzo ("Non luogo a pocedere per morte del REO").

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 11:08

1-blackbird, si legga questo: "“La quantità di DNA recuperato da buffy-coat su superfici all’aperto dopo due settimane diminuisce di circa la metà, dopo sei settimane è trascurabile. Dopo due settimane non possono essere ottenuti profili” (Raymond e altri, FSI dic. 2009). (Nel testo originale: “The amount of DNA recovered from buffy coat on the outdoor surfaces declined by approximately half over two weeks, to a negligible amount after six weeks. Profiles could not be obtained after two weeks”). https://colonnainfame2014.wordpress.com/2014/09/06/la-necessita-di-cautela-nelluso-del-test-del-dna-per-evitare-la-condanna-di-innocenti-del-prof-michael-naughton-universita-di-bristol-sintesi-di-rocco-cerchiara/

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 11:16

"..uno studio pubblicato su Forensic Science International nel 2009 (Effect of blood stained soils and time period on DNA and allele drop out using Promega 16 Powerplex kit, M.S. Shahzad, Ozlem Bulbul, Gonul Filoglu, Mujgan Cengiz, Salih Cengiz, Institute of Forensic Science, Istanbul University, Turkey) [1]. Questo studio è stato effettuato sul terreno secco (dunque, in assenza degli effetti ancor più compromettenti della pioggia), ed evidenzia come dopo soli 30 giorni il DNA derivante da traccia ematica sia estremamente esiguo, contaminato, deteriorato ed estremamente difficile da amplificare. Da queste tracce di DNA non si è riusciti ad estrarre un profilo. Dopo 30 giorni." Tratto da: https://colonnainfame2014.wordpress.com/2014/09/06/la-necessita-di-cautela-nelluso-del-test-del-dna-per-evitare-la-condanna-di-innocenti-del-prof-michael-naughton-universita-di-bristol-sintesi-di-rocco-cerchiara/

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 12:27

1-Greg Hampikian fornisce un’utile analogia descrivendo il problema dell’analisi di campioni di DNA misti. Per Hampikian, gli alleli possono essere visti come le lettere di un nome e il tentativo di identificare sospetti da profili misti può essere paragonato al tentativo di inchiodare un sospetto basandosi sul fatto che il suo nome possa derivare totalmente o, pensando ai profili DNA, parzialmente dalle lettere. Utilizziamo noi autori come esempi, i nostri nomi sono MICHAEL JOSEPH NAUGHTON e GABE SI HAN TAN, se mescoliamo le lettere dei nostri nomi possiamo ottenere i seguenti nomi completi e questi sospetti non possono essere esclusi: CAIN and ABEL, JOSEPH STALIN, PLATO, TOM JONES e/o JANE AUSTEN, se invece cerchiamo tra i profili parziali i seguenti sospetti non possono essere esclusi TON(Y) BLAI(R),AM(Y) (W)INEHOUSE e/o MOTHE(R) THE(R)ESA. (segue)

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 12:28

2-Allo stesso modo, Jamieson afferma che un profilo DNA misto di due individui con i profili AB e CD (nonostante il fatto che più di una persona potrebbe condividere gli stessi alleli) risultino nel profilo ABCD misto che potrebbe produrre almeno sei diversi potenziali contributori: AB, CD, AC, BD, AD e BC. Jamieson osserva che attraverso 10 loci, con due alleli per ogni contributore, ci sono oltre un milione di modi per interpretare una miscela di due contributori, cioè una miscela di DNA derivante da due fonti potrebbe produrre UN MILIONE DI POSSIBILI PROFILI. Tratto da: https://colonnainfame2014.wordpress.com/2014/09/06/la-necessita-di-cautela-nelluso-del-test-del-dna-per-evitare-la-condanna-di-innocenti-del-prof-michael-naughton-universita-di-bristol-sintesi-di-rocco-cerchiara/

Nerone2

Ven, 12/12/2014 - 12:36

Non mollate.... vi diamo altri dieci anni per indagare... ma si anche quindici, e se non trovate niente qualche prova ve la portiamo noi. LOL LOL Sempre sostenuto che questo tizio non centra una mazza!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Ven, 12/12/2014 - 12:51

Lui è in galera mentre Stasi, Knox e Sollecito sono a piede libero. Non si capisce più niente...

Armandoestebanquito

Ven, 12/12/2014 - 13:00

"Depositata la perizia del Ris: dalle analisi svolte non emergono elementi contro il muratore di Mapello" Ma come, lo avete mediaticamnete gia'condannato!!.. scusate a cosa state giocando?

agosvac

Ven, 12/12/2014 - 13:07

Lasciamo stare le prove, inesistenti, lasciamo stare i continui riscontri negativi degli esami sulle auto dell'indagato, lasciamo stare tutto. Ma come si può tenere in carcere per tutto questo tempo una persona senza formalizzare l'accusa ed andare al giusto processo??? Questo non avviene neanche nelle dittature!!! Chi segue i polizieschi su Sky o anche sulla Rai e su Mediaset sa benissimo che nei paesi "normali" un sospetto deve essere rilasciato entro 24 ore se non si formalizza l'accusa. In Italia questi magistrati tengono persone in carcere preventivo per mesi o addirittura anni!!! E' assolutamente necessario riformare non il sistema giudiziario ma la magistratura che l'interpreta a modo suo!!!!!

Nerone2

Ven, 12/12/2014 - 13:27

... Ma i tRis sono sicuri di aver esaminato il camion e l'auto giusta?? ... dico cosi' ...

Ritratto di afiorillo

afiorillo

Ven, 12/12/2014 - 14:15

Ma va'? Strano, eh. Questo poveraccio sta per vincere la lotteria.

Leo Vadala

Ven, 12/12/2014 - 14:51

@afiorillo - In compenso, tutto il mondo adesso sa che e' figlio di puttana. E cornuto pure. Evviva la giustizia!

baio57

Ven, 12/12/2014 - 16:33

@ stock47 - Sì ok, ma vallo a raccontare al Pontalti ....

Armandoestebanquito

Ven, 12/12/2014 - 17:39

@afiorillo, infatti evviva la giustizia ed anche i media. Se questo tizio esce dalla gallera e' finito comunque.

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 12/12/2014 - 18:22

baio57, di Pontalti me ne frego, come d'altronde ormai fanno tutti quanti di questo blog, tranne chi ancora non lo conosce.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Ven, 12/12/2014 - 20:20

#stock47, molto interessante la tua ricerca, complimenti. Ma tu (sorry il tu) credi che i nostri RIS,scienziati,super periti,GIP GIAP e "Geppetto" prendono queste verifiche scientifiche in considerazione?

roberto.morici

Ven, 12/12/2014 - 21:11

Non sarebbe il caso di ipotizzare che la povera ragazza sia stata trasportata...a spalla? Detto così...per dare una mano ai poveri indagatori...Hai visto mai, a questo punto...

roberto zanella

Ven, 12/12/2014 - 21:22

...l'accusa deve rispondere dei 2-3 milioni di euro spesi alla ricerca del DNA...quindi qualcuno innocente o colpevole va accusato per giustificare la spesa nel caso che un qualche giorno qualcuno non chieda ai magistrati di rimborsare quella cifra...

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Ven, 12/12/2014 - 23:36

@ AlleXpert. Può essere che ci pensi la difesa. Sarà per questo che gli inquirenti non si fermano al DNA. Sekhmet.

Raoul Pontalti

Sab, 13/12/2014 - 00:38

Il bastone del morto che parla (Stock 47) se ne frega di me...E se ne frega perché dice che tutti gli altri se ne fregano di me... Argomentazione ineccepibile... Rimane il fatto che il DNA invece può resistere anche millenni, in siti anatomici speciali e in condizioni particolari naturalmente. Nel caso di Guerinoni, il padre di Ignoto1, ad esempio il DNA fu ritrovato utilizzabile dopo 13 anni dalla morte, anche se in un sito particolare: l'osso. Un DNA preteso inesistente quoad agnitionem ha consentito di ricostruire un albero genealogico di corna ramificate, ergo non era inesistente, bensì reale e conservato al punto di consentire di scoprire puntualmente certi esiti adulterini. Nessun dubbio quindi su quel DNA quoad essentiam, si può discutere invece sul suo valore quoad probationem commissi delicti.

baio57

Sab, 13/12/2014 - 10:17

@ stock47 - Eeee ,non si può fare nemmeno una battuta.....

Raoul Pontalti

Sab, 13/12/2014 - 10:45

Il bastone del morto che parla (Stock 47) se ne frega di me...E se ne frega perché dice che tutti gli altri se ne fregano di me... Argomentazione ineccepibile... Rimane il fatto che il DNA invece può resistere anche millenni, in siti anatomici speciali e in condizioni particolari naturalmente. Nel caso di Guerinoni, il padre di Ignoto1, ad esempio il DNA fu ritrovato utilizzabile dopo 13 anni dalla morte, anche se in un sito particolare: l'osso. Un DNA preteso inesistente quoad agnitionem ha consentito di ricostruire un albero genealogico di corna ramificate, ergo non era inesistente, bensì reale e conservato al punto di consentire di scoprire puntualmente certi esiti adulterini. Nessun dubbio quindi su quel DNA quoad essentiam, si può discutere invece sul valore quoad probationem commissi delicti.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 13/12/2014 - 19:14

AlleXpert, il RIS l'ha presa in considerazione perchè nella loro relazione scritta hanno dichiarato che non è possibile rintracciare nessuno con il DNA trovato: “PARE QUANTOMENO DISCUTIBILE COME AD UNA EVENTUALE DEGRADAZIONE PROTEICA DELLA TRACCIA NON SIA CORRISPOSTA UNA ANALOGA DEGRADAZIONE DEL DNA”. In quanto al perito dell'accusa farà bene a prepararsi, quando dovrà affrontare periti della difesa e del Tribunale, ci sarà da ridere.

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 13/12/2014 - 19:25

Ripeto per i "sordi" e corti di cervello del sito: Si parla di DNA LIQUIDI e NON di DNA SOLIDI. Fino a prova contraria Bossetti non ha lasciato su Yara un alluce del suo piede, nè un orecchio ma SANGUE. Il "sorteggio" del perito, fatto su UN MILIONE DI PROFILI, visto che di sangue misto si trattava, ha deciso che era del Guerinoni. Lo sviluppo successivo, della catena di S. Antonio del DNA, non ha nessuna rilevanza nello scopire l'assassino, tranne forse che per le corna e il gossip della massaia.