Nicky Hayden, online account illegali per la vendita di gadget

L'ex campione del mondo della MotoGp è deceduto a causa dei danni celebrali provocati da un incidente stradale in bicicletta

Non è purtroppo una novità che ci siano individui che speculano sulla morte delle persone. Meglio se famose. È quello che sta succedendo anche dopo la scomparsa di Nicky Hayden.

L'ex campione del mondo della MotoGp è deceduto a causa dei danni celebrali provocati da un incidente stradale in bicicletta. Dopo cinque giorni di agonia, Hayden è morto lo scorso 22 maggio all'ospedale Bufalini di Cesena. Tutto il mondo dello sport, atleti e tifosi, hanno espresso il proprio cordoglio per il tragico episodio. Ma qualcuno ha anche pensato di guadagnare qualcosa sulla pelle del pilota.

L'account ufficiale della pagina Facebook "Nicky Hayden - The Kentucky Kid" ha infatti pubblicato un post per denunciare un fatto spregevole. "Grazie a tutti per il vostro sostegno e supporto in questo momento difficile - si legge - Purtroppo c’è un falso account di donazioni che portano a fondi e persone che vendono t-shirt e altri gadget illegalmente". Per evitare di far arricchire chi sta speculando sulla morte del campione viene poi linkato il solo store ufficiale dove, nei prossimi giorni, verrà aperta una raccolta fondi ufficiale.

Commenti

andrea1966

Sab, 27/05/2017 - 11:20

Cara Marta Proietti. Il tuo articolo, nella sua sinteticitá, rappresenta un altisonante esempio per "Accademia della farina integrale! Mi permetto di farti notare che la parola "celebrali" non esiste. La mia professoressa di italiano mi avrebbe dato una testata se lo avessi scritto io.