Non difendetemi sempre

Tra le frasi di circostanza che intendono testimoniare una forte amicizia, ce n'è una che mi appare particolarmente irritante: «Ti difendo sempre». Non nego di essermi, più di altri, esposto a critiche per posizioni e comportamenti; ma ho anche testimonianza quotidiana di attenzione e condivisione per quello che dico, sia nel mio ambito professionale sia in quello, più scivoloso, della politica. Che, peraltro, stabilisce avversari se non nemici. Ma anche fra questi ho spesso trovato comprensioni e corrispondenze. Chi ti dice «ti difendo sempre», ti induce a pensare a una cospirazione di persone che ti vogliono isolare, o ti considerano eccentrico e discutibile. Non che non me lo aspetti, ma mi pare di avere fatto scelte e detto cose più apprezzabili che discusse. Anche ieri sera una ragazza, che ha chiesto la mia attenzione sulla sua attività artistica, ha sentito l'urgenza di farsi riconoscere per la sua nobiltà d'animo: «Poi quando diventerò famosa tuo malgrado io continuerò a difenderti a differenza tua, io sento ancora non sono una tra tanti. Tu hai visto ma non vuoi riconoscere». Qui la posizione è evidente, una manifestazione di superiorità morale rispetto alla mia indisponibilità. In altri casi, una generosità non richiesta, gratuita ma, contemporaneamente, un avviso: «Di me ti puoi fidare, io ti capisco, io ti comprendo, non tutti sono come me». Io preferisco non saperlo. Non voglio essere difeso, mi difendo da solo.

Commenti

gigi0000

Ven, 02/02/2018 - 15:19

Ancora una volta esprimi un pensiero fiero e condivisibile.

ORCHIDEABLU

Ven, 02/02/2018 - 15:24

ARROGANTE COME SEMPRE.

dagoleo

Ven, 02/02/2018 - 15:26

Forse sarà un pò infatuata. Non è da escludere che il tuo fascino, benchè ora un pò attempato, possa comunque sempre far presa su ragazze e donne sedotte da un'affascinante abilità dialettica unita, quando serve, anche ad un'aggressività che denota vigore mentale e di argomenti. Ieri sera ho seguito il tuo confronto con Friedman e mi è piaciuto molto come l'hai ripreso quando in modo subdolo tentava di ergersi a paladino del femminismo in favore della Boschi. Il tuo intervento determinato l'ha zittito, specie quando gli hai ricordato gli scheletri nell'armadio (il suo servilismo verso il potente, Berlusconi, per lavorare ed emergere). A quel punto si è subito zittito per paura che potesse uscire di peggio. L'hanno notato tutti. Un ridicolo fariseo dell'opportunismo e del trasformismo più bieco.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Ven, 02/02/2018 - 16:23

scizzofenico , paranoico bipolare megalomane, maniaco di ipocondria, con danno cerebrale prenatale e perinatale che in combinazione con aspetti ereditari ha un impatto negativo sui normali processi neurobiologici.Querulante, Fanatismo Autoesaltazione ed esagerato amore per se stesso. Esagerata autostima. I disturbi della lingua sono costantemente in lotta nella vita privata e pubblicaper una predominanza di fantasie irrealistiche del suo essere.

VittorioMar

Ven, 02/02/2018 - 16:52

..SGARBI E' TUTTO QUELLO CHE VOI DENUNCIATE!!..E' UN IMPERFETTO...MA SAPRESTE DIRE QUELLE VERITA' CON LO STESSO SLANCIO EMOTIVO INCONTROLLATO...MA SEMPRE VERITA'...QUELLE VERITA' CHE NON SI VORREBBERO SENTIRSI DIRE ??..LA VERITA', ANCHE SE SGRADEVOLE,E' UNA ED UNA SOLA !!..PERSONALMENTE LO APPREZZO QUANDO PARLA DI "ARTE"..MENO COME POLITICO !!

rosalba cioli

Ven, 02/02/2018 - 17:15

Infatti sapersi difendere da soli è molto molto compensativo, non si deve ringraziare magari coloro che ti difendono per un tornaconto! Condivido in pieno l'articolo

rosalba cioli

Ven, 02/02/2018 - 17:40

correggo, non si devono ringraziare e non si deve ringraziare!

asalvadore@gmail.com

Ven, 02/02/2018 - 17:54

Fin da piccolo nella scuola elementare, parlo degli anni trenta, imparai che il mondo si divideva in persone che mi erano simpatiche, che mierano anrpatiche e auelle che mi erano indifferenti.Tutto ció come naturale, tanto che con il tempo il mio mondo si divse in simpatia e indifferenza. Il che significa che le differenze tra esseri ymani é per me cosa di natura e vhe gli antipatici o antagonisti semplicemente li ugnoro.La differenza é tutta quí che non sento nyssuna necessitá di abbassarmi a confrontarli es in questo si cela un senso di superioritá che é la molla indispensabile per l'amor prropio.

salvatore40

Ven, 02/02/2018 - 18:07

L'esame critico di Sgarbi è necessario, come per tutti e tutto. Di Sgarbi io vedo un aspetto sicuramente positivo : in lui opera la forza di un pensiero e di una passione. La forza del pensiero non andrebbe di per sé elogiata ; gli è che, in questa situazione di estrema penuria e mediocrità, è importante sventolare la bandiera del " COGITO ERGO SUM " !

Agev

Ven, 02/02/2018 - 18:12

Ogni Cristo nato sulla Terra ... C'è ne sono a milioni nell'universo e sulla Terra con la stessa consapevolezza e Maestria... In occidente da sempre poteva/può, vale anche nel oggi , solo andare in croce... In oriente eliminato attraverso l'adulazione . Naturalmente Il caro Vittorio Sgarbi non è non può essere ancora un Cristo...Vive ancora nel concetto-pensiero-realtà di evoluzione-sopravvivenza-salvezza... la vecchia realtà. Per essere/vivere/divenire un Cristo o Budda è essenziale la .. Trasmutazione/trasformazione Maestria... La nuova e potentissima realtà che è in essere/divenire per l'uomo e l'umanità Tutta. Chi è il tuo miglio amico..Il tuo miglior nemico. Questo ha voluto dirci essenzialmente Sgarbi.. Diversamente lo state semplicemente in modo sottile eliminando . Gaetano

kytra1936

Ven, 02/02/2018 - 18:53

Beh, non credo che si tratti di difendere le tue idee, cosa che sei bravissimo a fare da solo, ma il diritto di dirle anche quando sono scomode e (può succedere persino a te) caXXXte. Le tue come quelle di tutti

Giorgio Rubiu

Ven, 02/02/2018 - 19:07

Ho conosciuto concittadini ed ex colleghi del Prof. Sgarbi (quando insegnava) che hanno cercato di intercettarlo,in diverse occasioni,chi con un proprio dipinto,chi con un proprio libro,convinti che,in nome della vecchia amicizia,una buona parola e critica positiva da parte del "amico Vittorio" li avrebbe fatti diventare famosi e ricchi autori (di libri i di dipinti) dalla sera alla mattina.Con l'ottimo vecchio amico Gaetano Morelli (sfortunatamente scomparso troppo presto) ridemmo di questi piccoli presuntuosi in cerca di raccomandazione.Essi non avevano capito che Sgarbi può parlare bene di un'opera se è convinto che,a suo avviso,essa abbia i pregi indispensabili.L'amicizia e la conoscenza non bastano;ci vuole la stoffa e,se c'è,non c'è bisogno dell'aiutino di chicchessia.

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 02/02/2018 - 19:12

direttoreemilio Ven, 02/02/2018 - 16:23...La deficenza non ha limiti...La prova: basta rileggere il suo intervento.E.A.

edo1969

Ven, 02/02/2018 - 19:41

ma chi mai ti difende, vanesio ignorante e pallone gonfiato, sei l’uomo più odiato d’Italia, l’unico Paese dove un arrogante vuoto e insulso può diventare un personaggio famoso

edo1969

Ven, 02/02/2018 - 19:43

rileggete il virgolettato della ragazza, è completamente insensato: o è una squilibrata o se l’è inventato sgarbino sotto l’effetto del grappino mattutino

edo1969

Ven, 02/02/2018 - 19:49

Sgarbi dice banalità ma le dice urlando come un caldarrostaio e insultando a mitraglietta, e poi crede anche di essere intelligente, se le suona e se le canta da solo, pover’uomo, fa pena. Ho visto il video della risposta di ieri di Formigli, ovvero la sola risposta possibile che si può dare a un buzzurro simile : staccargli l’audio ah ah ah

apostata

Ven, 02/02/2018 - 20:51

Esaudisco la richiesta, sgarbi non deve prendersi troppo sul serio, come non troppo sul serio va preso da tutti. Certo è spettacolo di prontezza, irruenza, cultura, simpatia. La sua mostruosità somiglia però quella esibita nei circhi. Lo sanno berlusconi, che per simpatia e intelligenza lo avrebbe fatto ministro e lo sanno coloro che lo propongono per soluzioni di rottura. Tutti, e forse lui per primo, sanno però che la genialità lo rende debole.

mich123

Ven, 02/02/2018 - 21:39

Anch'io ti ho difeso la settimana scorsa. Il mio conto corrente é: 123456789

STREGHETTA

Sab, 03/02/2018 - 00:11

Sgarbi ha perfettamente ragione. E se c'è una cosa da cui non è afflitto, pur con evidenti quanto autocompiaciuti difetti, è la banalità. Nonostante sia un po' monello nell'avvalersi di un articolo per mandare un messaggio ad una persona.., tuttavia il contenuto lo trovo ben condivisibile : dà fastidio, alle persone intimamente e strutturalmente libere, sentirsi gratificare di frasi di approvazione incondizionata, di sostegno a prescindere. E' una captatio benevolentiae che Montanelli avrebbe definito " pelosa ", lui che da bravo toscanaccio amava essere preso contropelo più che accarezzato..

Ritratto di onollov35

onollov35

Sab, 03/02/2018 - 09:28

Vittorio, nessuno deve difenderti perchè, sei un istintivo,onesto e con forte carattere. Questo ragazzo di ottantadue anni ha il Tuo stesso carattere. Sempre a fronte alta.

diesonne

Sab, 03/02/2018 - 10:18

diesonne il sig Sgarbi deve usare un linguaggio più artistico nelle discussioni,ma cade sempre in quello da bifolco e sessista

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 03/02/2018 - 10:46

La pena di Sgarbi é non rendersi conto che il suo egocentrismo é la tomba del valore del suo impegno e della sua intelligenza ...

kinoman

Sab, 03/02/2018 - 10:51

Daspo agli urlatori seriali in tv, 5 anni fuori dai media. *ga* come g*vno in russo, m. in italiano.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Sab, 03/02/2018 - 12:53

Vittò, ti difendi da solo? Mi sembra corretto. Allora ogni tanto vieni a dare un'occhiata in questo blog: potresti trovare critiche feroci, attestati di stima etc. Importante è che resti sempre te stesso, fra l'essere amato e l'essere odiato per quello che sei. Tuttavia immagino che, molto probabilmente, non te ne frega un beato ciufolo. Ti interessa per caso solo la ribalta, soddisfare il tuo ego simil narciso? L'intelligenza certo non ti manca, mi piacerebbe che fossi più pacato.

puntopresa10

Sab, 03/02/2018 - 13:12

Ma va là pipponi mentali.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 03/02/2018 - 14:27

XY-Questo articoletto di oggi è il più importante, il più bello. di tutti. Sgarbi si consegna a noi e ci consegna l'intimità più delicata della sua intellettualità. E credo sia proprio questo il suo fascino che ci irretisce tanto. Unitamente alla sonorità della sua voce, alla sua estetica corporea, alla immensità della sua memoria, alla eccezionale ricettività culturale ad ampio spettro. Ma, è proprio la sua torrenziale spontaneità nel proporsi, la cosa più accattivante. Ci affascina il suo parlare 'senza peli'. E cos'è che può piacerci di più, se non tanta onestà dell'essere? Ma, rotola giù a volte come una slavina che tracima di tutto, alberi, massi, di tutto e di più. Genio e sregolatezza. Come Mozart che componeva musiche sublimi e scriveva alle donne e sulle donne cose di una trivialità insuperabile. SEGUE

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Sab, 03/02/2018 - 14:29

Oramai il nostro vale due spiccioli e per rimanere a galla si cala in un personaggio fantastico e fantasioso senza senso. Eppure qualcuno lo apprezza. Allegria!