"Non m'interessa delle dicerie". La fidanzata difende Luca Varani: "Troppo ingenuo con le persone sbagliate"

La fidanzata Marta su Facebook: "Lo amo e lo amerò per sempre". E promette: "Andrò fino in fondo alla verità"

"Io ora non posso dire nulla o giudicare la vicenda, perché ancora non so nulla purtroppo. Ho solo il mio dolore e la rabbia per aver perso Luca in questo modo". Marta difende Luca Varani, il 23enne romano massacrato da due amici imbottiti di alcol e cocaina. "Luca - ci tiene a far sapere - non era un drogato, aveva paura di queste cose".

A poche ore dal barbaro omicidio che sta sconvolgendo l'Italia, Marta affida a Facebook il dolore per la morte del fidanzato. "Grazie veramente a tutti, per i pensieri, per le parole... Gente mai vista o conosciuta che mi dedica parole di conforto. E poi grazie agli amici di sempre, mi sono arrivati tantissimi messaggi e chiamate. Il dolore è praticamente immenso e indescrivibile, nonostante tutto non si può fare una fine così". Nel post sul social network la ragazza invita tutti a ricordare Luca "per quel ragazzo dolce e sensibile e non per quello 'debole' e a volte troppo presuntuoso".

Lragazza è legata da una lunga relazione a Luca Varani che, nella notte tra venerdì e sabato, è stato ammazzato in un appartamento a Roma da due conoscenti durante un festino a base di alcol e cocaina. "Non mi interessa delle dicerie - scrive - non mi interessa di niente. Lo amo e lo amerò per sempre, ma non il Luca che era con tutti, il Luca che era con me... Anzi, il mio Mascottino". E ancora: "Capisco il vostro stupore, c'è più di qualcosa che non torna... Andrò fino in fondo alla verità". E poco dopo in un altro post lo ricorda ancora. "'Il nostro amore lo conoscerà il mondo intero'... Mai avrei immaginato in questo modo. 'Più belle delle stelle esistono solo gli occhi tuoi'. Sei stato - scrive ancora - troppo buono e ingenuo con le persone sbagliate".