Non si fa interrogare volontaria e il bullo la bastona a una mano

Il giovane 14enne non era nuovo ad atteggiamenti prepotenti nei confronti della compagna di scuola

Prima aveva preteso che una sua compagna di classe, alle scuole medie, si offrisse volontaria all’interrogazione per evitare di essere chiamato lui dall’insegnante poi, di fronte al rifiuto - seppur non interrogato - si è vendicato sulla ragazzina sfogando tutta la sua rabbia all’uscita della scuola colpendola con un bastone a una mano. L’episodio di bullismo, avvenuto in un comune della provincia reggiana, ha visto i carabinieri segnalare un 14enne alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Bologna per il reato di lesioni.

La ragazzina, ricorsa alle cure mediche, se la caverà con alcuni giorni di prognosi per la contusione ad una mano. La giovane, all’uscita da scuola, è stata fermata dal 14enne lungo il tragitto verso casa: dopo averla spintonata, il compagno di classe, l’ha colpita con un bastone alla mano. Il giovane non era nuovo a atteggiamenti prepotenti nei confronti della compagna di scuola: in passato il 14enne ha preteso che la compagna gli passasse i compiti in classe e gli svolgesse i compiti a casa, oltre ad offenderla, anche con insulti pesanti, su un gruppo con più utenti creato su WhatsApp.

Commenti

titina

Sab, 28/03/2015 - 17:15

Che egoismo, oltretutto. Ricordo che io studiavo sempre e i miei compagni mi chiedevano di andare volontaria, quando tutti erano impreparati per i troppi compiti assegnati. Io lo facevo volentieri, senza alcuna minaccia perchè andavamo d'accordo tutti, ci suggerivamo, ci aiutavamo nei compiti in classe. Ma erano gli anni antecedenti al 1960, altra educazione.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Sab, 28/03/2015 - 17:15

Sono ragazzi... Bisogna avere tolleranza e dialogare per capire... Poi un bacino amorevolmente corretto su una sua guancia e il bulletto capirà che non si fa così. Se lo farà ancora, avanti con bacini e carezze... E tolleranza, molta tolleranza... E pazienza, molta pazienza... Sono ragazzi...

buri

Sab, 28/03/2015 - 23:19

qncira pochi anni e ce lo ritroveremo in storie di rapine e scippi, una domanda, ma non ha genitori quel piccolo delinquente?

DavideGyan

Dom, 29/03/2015 - 11:23

Alsikar ma che cavolo dici? Un bacino al bulletto da parte della ragazza vittima di bullismo? Si, sei proprio un maledetto vigliacco (per riprendere il tuo nick). Più che "bacino amorevolmente corretto" che mi fa veramente vomitare, propongo un bel calcione sulle palle. Andrebbe insegnato a tutte le ragazze, altro che bacini.