"Non si fitta a gay e animali", l’annuncio choc a Roma

Uno studente campano in cerca di casa si è rivolto a uno studio legale. Gli avvocati stanno valutando la possibilità di una richiesta risarcitoria simbolica di mille euro

Era in giro nel quartiere di San Lorenzo a Roma alla ricerca di una stanza in affitto, quando ha notato un cartello con una scritta choc. “Stanza in condivisione con ragazzo italiano 28 anni, appartamento 60 mq, euro 200 al mese (tutto compreso), no animali e no gay”. Non gli è sembrato vero a un giovane campano di 24 anni, studente di Giurisprudenza, che ha fotografato il cartello facendo girare l’immagine sui social.

Il ragazzo ha, poi, contattato il titolare dell’alloggio per chiedere spiegazioni sull’annuncio e si è sentito rispondere dall'interlocutore che non solo non gradiva gay all'interno della sua casa, ma nemmeno immigrati o stranieri, anche se muniti di permesso di soggiorno e dotati di busta paga.

A quel punto lo studente campano ha deciso di denunciare il proprietario dell’immobile rivolgendosi a uno studio legale della Capitale. Gli avvocati stanno adesso valutando la possibilità di una richiesta risarcitoria simbolica di mille euro, con citazione davanti al Giudice di Pace di Roma contro il proprietario che ha affisso il cartello dal contenuto omofobo.

L’episodio segue il caso di una settimana fa, quando una coppia omosessuale non è stata fatta entrare nel noto locale romano “Il Vinile”. Perché si era presentata all’ingresso mano nella mano.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 02/03/2019 - 16:58

Come detto in altre occasioni,il proprietario affitta a chi gli pare e piace. A chi non piace,chissefrega,se ne faccia una ragione. Uffa!

maggie65

Sab, 02/03/2019 - 22:30

La stanza deve essere in condivisione con un altro ragazzo : questo avrà pure il diritto di scegliere con chi dividere l'appartamento ! Al suo posto probabilmente anch'io avrei avuto come minimo le stesse pretese A chi non sta bene si trovi un altro posto

seccatissimo

Sab, 02/03/2019 - 22:51

Come si può definire questo giovane campano di 24 anni, studente di legge e questi azzeccagarbugli, tutti insieme a voler rompere le scatole al prossimo che è nel pieno suo diritto di scegliersi secondo i suoi gusti a chi affittare il suo immobile ? Io li definirei grandissimi str0nzi !

MOSTARDELLIS

Sab, 02/03/2019 - 22:54

Oggi se non sei gay, trans, radical schick o simile, non sei nessuno. Povera Italia, dove uno non è nemmeno padrone di affitare una stanza a chi gli pare esprimendo delle preferenze. Siamo proprio matti!!!

Ritratto di makko55

makko55

Sab, 02/03/2019 - 23:35

Capisco i gay, ma cosa c’entrano gli animali?

Divoll

Dom, 03/03/2019 - 02:36

Non capisco questa cosa degli animali...

Divoll

Dom, 03/03/2019 - 02:39

Adesso uno non ha piu' diritto nemmeno di scegliersi la persona con cui condividere l'abitazione? Ma e' ridicolo. Disonore allo zelante delatore.

lorenzovan

Dom, 03/03/2019 - 08:18

Cerchiamo di non forzare...ognuno ha diritto ad essere risoettato nel suo way of live..se io sono uno studente eterosessuale ho diritto di non amare i gay..senza essere tacciato di omofobia..ed ho il dirityo di non essere obbligato a dividere la mia camera con una persona del,a quale non condivido nulla..detto cio non facciamo gli struzzi perche omofobia e razzismo sono esponelziamente cresciuti in forme aberranti in incivilta'

baronemanfredri...

Dom, 03/03/2019 - 08:25

QUESTI AVVOCATI O LEGALI SANNO BENISSIMO CHE UN PROPRIETARIO DI IMMOBILI E' LIBERO DI DARE IL PROPRIO BENE IMMOBILE A CHI VUOLE, NESSUNO GLI PUO' ORDINARE DI DARGLI A CHIUNQUE, SIAMO IN LIBERTA' FINO AD ESSO. E' VERITA' CERTO E' PESANTE, POTEVA ASCOLTARE LE PERSONE E POI NEGARE IL CONTRATTO. QUESTI AVVOCATI VOGLIONO FARE SOLDI PER CAUSE CHE SANNO CHE PERDERANNO E PUBBLICITA' OPPURE SPERARE IN QUALCHE GIUDICE DI SINISTRA. COME DIRE IO ORDINO A QUESTO DI FARE QUELLO CHE VOGLIO. SOLO CON L'IMPOSIZIONE FUORI LEGGE DI QUALCHE GIUDICE PUO' ESSERE EMESSA UNA SENTENZA POLITICA E DI BASSA LEGALITA'. ADDIRITTURA NEANCHE LE LEGGI FATTI AD USO E CONSUMO DEI SINDACI IL 27-07-1978 CON LA FAMOSA LEGGE CHE HA DISTRUTTO IL MERCATO LOCATIZIO PREVEDE L'IMPOSIZIONE.

baronemanfredri...

Dom, 03/03/2019 - 08:27

PREMETTO CHE NON HO NULLA CONTRO QUALSIASI PERSONA, SOLTANTO CONTRO I SINISTRI I RADICAL CHIC I VENDUTI ALLE ORGANIZZAZIONI MUSSULMANE CGIL ANPI ARCI CEI CARITAS CHE NEGANO LE FOIBE. MA ANIMALI E CATEGORIE DI PERSONE LI RISPETTO MOLTISSIMO. SOLO CONTRO I TRADITORI INFAMI. SIMBOLICO DI € 1000? LI FARANNO PAGARE A QUESTO POVERO STUDENTE CHE DOVRA' PAGARE LE SPESE PROCESSUALI E RISARCIMENTO AL PROPRIETARIO.