"Non valgo niente", ragazza di 12 anni tenta il suicidio nel Leccese

Si è lanciata nel vuoto dal balcone di casa dopo aver lasciato un biglietto, ora è in gravi condizioni all'ospedale, si indaga sui motivi del gesto

"Non valgo niente. La vita non vale la pena di essere vissuta". Ha lasciato queste parole scritte su un biglietto e poi si è lanciata dal balcone di casa. Così una ragazzina di soli 12 anni a Poggiardo, un piccolo Comune in provincia di Lecce, ha tentato il suicidio. La frase era scritta su un biglietto che la piccola ha lasciato in casa. Un volo di cinque metri e poi il buio. Ora le sue condizioni sono gravi. La piccola è stata trasportata d'urgenza all'ospedale di Lecce.
Il gesto, come dicevamo, si è consumato sul balcone di casa. I soccorsi sono stati immediati. Ora i carabinieri indagano sulle motivazioni che hanno spinto la ragazza, poco più che bambina, a tentare di farla finita. Sono stati ascoltati anche i genitori. Si seguono tutte le piste per cercare di arrivare alla verità, ricostruendo i fatti: dall'ipotesi di presunti abusi sessuali al bullismo di cui la piccola potrebbe essere stata vittima fino alle estreme conseguenze.
Intanto la ragazzina lotta tra la vita e la morte.