Non vuole la suocera in casa: marito pesta la moglie e le stacca la retina

A Rimini i carabinieri hanno arrestato un 64enne che riempiva di botte la moglie ormai da anni

Botte, insulti e minacce: erano questi, ormai da anni, i compagni di vita di una donna di mezza età di Rimini, vessata dal marito all'interno delle mura domestiche.

Nella città più importante della riviera romagnola i carabinieri hanno arrestato un uomo di 64 anni con l'accusa di maltrattamenti in famiglia. L'episodio più violento una settimana fa: l'uomo ha preso a pugni la moglie, colpendola sull'occhio con una forza tale da provocarle il distaccamento della retina.

Da diverso tempo fra moglie e marito c'era un rapporto perverso, fatto di paura e di violenza. L'uomo non avrebbe esitato a pestarla a sangue anche davanti al figlio, sin da quando quest'ultimo era minorenne. Le cose però sarebbero precipitate dallo scorso agosto, quando la madre della donna si era trasferita a vivere con la coppia, forse per offrire un po' di supporto alla figlia perseguitata.

Il genero, però, non ha mai preso bene questo trasloco e anzi ha investito con la propria furia anche l'anziana suocera, insultandola e continuando a pestare la moglie quotidianamente. Dopo l'episodio del distacco della retina, però, la figlia ha trovato il coraggio di ribellarsi al marito violento e ha chiamato i carabinieri.

Ora l'uomo è stato arrestato e per il momento è rinchiuso nel carcere cittadino. Dovrà rispondere delle accuse di maltrattamenti in famiglia davanti a un magistrato.

Commenti
Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Mar, 11/12/2018 - 10:50

Che articolo ridicolo. Posto che nessuno dei due coniugi ha il diritto di imporre la propria "mammina" all'altro, quand'è che le donne capiranno di dover tagliare il cordone ombelicale che le lega alla mammetta vita natural durante? L'orrenda suocera non è solo una barzelletta ma una tragica realtà che rovina anche il più solido matrimonio. Il tizio si è semplicemente difeso per non avere la vita rovinata. Trattasi di legittima e dovuta difesa. Altri hanno usato mezzi più convincenti e definitivi.

routier

Mar, 11/12/2018 - 10:58

Quando un rapporto di coppia si abbassa a certi livelli, prima di arrivare a reati da codice penale, ci si saluta e ognuno per la sua strada.