Nuoro, si è costituito il pirata della strada che investì carabiniere

Il giovane, 22 anni, non ha la patente e tra lunedì e martedì non si è fermato al posto di blocco uccidendo il 58enne Paolo Corbeddu

Si è costituito ieri sera Pietro Baragliu, il 22enne che ha travolto e ucciso a un posto di blocci il carabiniere Paolo Corbeddu in provincia di Nuoro. Il giovane è ora accusato di omicidio preterintenzionale, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Ad aggravare la sua situazione, il ragazzo non ha mai preso la patente.

Baragliu non si era fermato all’alt dei carabinieri ad un posto di blocco nella notte tra lunedì e martedì, investendo e uccidendo il sottuficiale 58enne. Guidava un’Audi A5 nera della sorella e, forse perché aveva bevuto o perché non aveva la patente, non si è fermato quando ha visto i militari.

Commenti

Albi

Gio, 23/08/2012 - 11:27

Purtroppo, da Lunardi in poi la politica ha ceduto - come d'uso - alla demagogia inasprendo in modo decisamente esagerato (specie in un paese dove la pena media scontata per omicidio è inferiore ai sei anni)tutte le infrazioni al Codice della Strada. Per cui se un giovanotto sfascia vetrine, tira estintori, si droga, partecipa a risse, si prostituisce, lancia bulloni ai poliziotti, se la cava con un buffetto. Se viceversa guida, non dico ubriaco fradicio ma semplicemente dopo aver mangiato un babà al rum, la sua vita è finita: multe colossali, corsi per alcolisti, psichiatri, sequestri, revoca della patente cui spesso consegue la perdita del lavoro, etc.... Il che porta fatalmente ad aumentare il numero di tentativi di fuga. Elementare.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Gio, 23/08/2012 - 11:30

Ah bene...non ha neanche la patente. Altro che omicidio preterintenzionale e altre caxxate varie...va condannato ad almeno vent'anni di galera ! Lui e quella scellerata della sorella che gli ha prestato la macchina...in mancanza di denuncia di furto di quest'ultima ovviamente. Continuo a pensare che se il brigadiere avesse sparato per difendere se stesso e i colleghi e avesse anche solo ferito questo bravissimo ragazzo ( magari fatto/ubriaco ) avrebbe passato guai ben maggiori e ci saremmo sorbiti i soliti commenti dei sinistrati su abuso di potere, uso eccessivo della forza e via dicendo (caxxate). Intanto il carabiniere e' al cimitero, c'e' una famiglia distrutta e vedrete ( ACCETTO SCOMMESSE ) che se incensurato, in virtu' della giovane eta', patteggiamento e altri mille cavilli consentiti dalle nostre RIDICOLE leggi, se la cavera' con una pena altrettanto ridicola e non fara' neanche un giorno di carcere...scommettiamo ? Un pensiero per il carabiniere, che possa riposare in pace.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 23/08/2012 - 12:43

Ragazzata anche questa.La vita di un poliziotto non vale un processo.Chi guadagnera da tutto cio sara il giudice , l´a vvocato , e l assassino in questione.Povero poliziotto.

Noidi

Gio, 23/08/2012 - 14:16

@bastardissimo70: Se questo stronxo non si farà neanche un giorno di carcere io sò chi ringraziare: Le stesse persone che hanno fatto in modo che un'incensurato abbia dei vantaggi, provate ad immaginare a chi serviva. Come si suol dire: tutti i nodi vengono al pettine. Per salvarne uno se ne salvano altri 1.000 che meriterebbero ben di più del carcere.

Ritratto di bastardissimo70

bastardissimo70

Gio, 23/08/2012 - 15:27

Noidi : anche lei soffre della sindrome Silvio vedo...preoccupante, si faccia vedere mi raccomando.

Noidi

Gio, 23/08/2012 - 16:26

@bastardissimo70: Su quello ha ragione. Io la sindrome la soffro, anche perchè ha rovinato un paese e ci vorranno decenni per riportarlo alla normalità.

MMARTILA

Gio, 23/08/2012 - 16:38

Poverino...è giovane, ha tutta la vita davanti, si è pentito dell'"errore" commesso, va recuperato alla società e poi, è anche iscritto ai giovani comunisti! Assolto con onore, sig. giudice rosso, mi raccomando.