Nuova Passat, campionessa d'eleganza

Look più sportivo, 10 motorizzazioni e consumi ridotti. Dotazioni di segmento più alto, tra cui il sistema anti-collisione

Al Motor Show ci sarà quest'anno anche Volkswagen che ha scelto la kermesse bolognese per celebrare i primi 40 anni di Golf, una sola candelina in meno di quelle che spegne quest'anno Volkswagen Passat che ha da poco debuttato con la nuova serie anche sulle strade italiane. L'ottava generazione arriva dopo oltre 22 milioni di unità vendute, carica di grandi responsabilità e ambiziosi obiettivi, perché di Passat della serie che è appena andata in pensione ne sono state vendute, nel 2013, due al minuto. La nuova Passat, proposta da subito nelle versioni di carrozzeria Berlina e Variant, è realizzata sulla modernissima piattaforma trasversale Mqb che ha permesso di sviluppare una vettura di proporzioni molto equilibrate, che sfoggia un design dalle linee essenziali, eleganti e allo stesso tempo vigorose.

Resta intatta la funzionalità tipica del modello, ma il look è indubbiamente più sportivo, con dettagli hi-tech come le luci Led anteriori e posteriori. La ricerca dell'essenzialità la riconosciamo, salendo a bordo, in ogni dettaglio, ma anche qui Passat mostra una forte personalità sottolineata dall'esclusiva tecnologia Active Info Display (la strumentazione digitale interattiva che prende il posto degli strumenti tradizionali), dall'head-up diplay e dallo speciale sistema di illuminazione dell'abitacolo. Nelle dotazioni di sicurezza preventiva e di connettivtà, Passat presenta tecnologie tipiche del segmento superiore tra le quali, oltre a quelle già citate, troviamo il Rear Seat Tablet, il dispositivo Front Assist (munito di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni), Trailer Assist (preziosissimo quando si traina un rimorchio) e assistenza alla guida in colonna. Quando verrà completata, nei prossimi mesi, la gamma della nuova Volkswagen Passat potrà contare su dieci motori turbo a iniezione diretta, a benzina e diesel, propulsori che coprono un range di potenze che va da 120 a 240 cv: impossibile non trovare quello che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Grazie alla costruzione in materiali leggeri (la nuova Passat arriva a pesare anche 85 kg in meno rispetto alla serie che l'ha preceduta), e all'evoluzione dei propulsori, i consumi scendono sensibilmente, anche del 20%, riducendo di conseguenza le emissioni di anidride carbonica (la Passat Tdi 1.6 da 120 cv consuma 4,1 litri/100 km ed emette 108 g/km di CO2). Ad affiancare per la prima volta le versioni alimentate a benzina e gasolio, nella gamma di Passat arriverà anche la Gte a propulsione ibrida plug-in realizzata sulla base della Tsi da 156 cv sulla quale al motore termico ne verrà abbinato uno elettrico da 115 cv, un combinato che è in grado di garantire una percorrenza di 50 km a emissioni zero.

Passat è proposta nei consueti livelli di allestimento Trendline, Comfortline e Highline. Non si può parlare di livello base per la Trendline, perché Passat, così equipaggiata, monta di serie, tra l'altro, Keyless-Go (tasto per l'avviamento senza chiave), il sistema che riconosce la stanchezza del guidatore, la frenata anti-collisione multipla, l'indicatore di pressione dei pneumatici, l'Hill assist e il climatizzatore. Tutti i modelli sono dotati dei sistemi start/stop e di recupero della frenata. Il listino prezzi della Passat Berlina parte da 28.300 euro, da 29.400 quello della Variant.

Commenti

pinosan

Sab, 06/12/2014 - 21:12

Io chiamo autovetture tutte le produzioni fino al 1970.Le macchine si distinguevano e si facevano apprezzare per il loro stile.Oggi,a parte le lussuose sono tutte uguali.PER UN APPASSIONATO DI AUTOVETTURE ATTEMPATO,OGGI E SOLO NOIA.