Nuove proteste nel centro d'accoglienza di Cona

Stavolta a protestare per le scarse condizioni di vita del centro d'accoglienza di Cona sono stati i profughi nigeriani

Non si fermano le proteste dentro il centro di accoglienza di Cona, in provincia di Venezia, dove nei giorni scorsi alcuni profughi avevano manifestato per le carenti condizioni di vita, dopo la morte di una donna ivoriana di 25 anni.

Stavolta a protestare sono stati dei richiedenti asilo nigeriani. "Il problema di cui parlano loro è un’ipotizzata disparità di trattamento i migranti che protestano dicono che agli altri migranti viene permesso molto di più solo perché il referente interno è ivoriano.. sai come sono le cose qui..", spiega al Corriere Veneto Simone Borile di Ecofficina, la cooperativa che gestisce il centro e che attualmente è nell'occhio del ciclone. All'interno della struttura, infatti, vi è una divisione netta tra francofoni e anglofoni e spesso la tensione sale alle stelle. "Visto che non è stato preso alcun provvedimento nei confronti degli ivoriani che hanno protestato – conclude Borile - i migranti nigeriani, magari in passato sanzionati per alcuni comportamenti, si sentono trattati in modo ineguale. Niente di grave per fortuna, almeno per ora. Non c’è nessuno dentro".

Commenti

fedeverità

Lun, 09/01/2017 - 16:54

Buttate fuori questa gente...PARASSITI!

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 09/01/2017 - 17:03

C'è un solo sistema per risolvere questa porcata degli immigrati clandestini: mandarli subito fuori dall'Italia e insieme a loro spedire anche tutti i nostri pidioti traditori della Patria e razzisti nei confronti degli Italiani. Amen.

baronemanfredri...

Lun, 09/01/2017 - 17:12

SONO ABBASTANZA SEGUITI PER FARE RIVOLTE. IN PRATICA GLI AVRANNO DETTO VOI FATE RIVOLTE FATE RIVOLTE FINO A QUANDO AVRETE CIO' CHE VOLETE E ANCORA DI PIU'. E' CHIARO CHE C'E' QUALCUNO O QUALCOSA CHE LI GUIDA E LI AMMAESTRA

perseveranza

Lun, 09/01/2017 - 17:12

I nodi vengono al pettine. L'Italia non é in grado di offrire servizi dignitosi ai propri cittadini (vedasi sanità, scuola, lavoro ecc) era evidente che non avremmo potuto accogliere la moltitudine di immigrati (regolari e irregolari) che in tre anni hanno invaso il Paese. Non siamo in grado in nessun modo di sopportare un carico tanto gravoso, sia economicamente sia sotto l'aspetto organizzativo. E' inevitabile quindi che poi sorgano ribellioni, disordini e violenze. E a farne poi le spese, alla fine saranno ancora gli italiani che vedranno sempre piu' degradare i servizi e le condizioni di vita di questo disastrato Paese. Bloccare immediatamente gli arrivi e rimpatriare subito in massa tutti gli irregolari altrimenti sarà disgregazione sociale e rivolta...degli italiani.

antonmessina

Lun, 09/01/2017 - 17:13

ma perche non li paracadutate in mezzo al deserto??

vince50

Lun, 09/01/2017 - 17:16

Vogliono vogliono vogliono.Vorrei chiedere a tutti disgraziati che favoriscono questo fenomeno,fino a quando dovremo mantenerli e a spese di chi.Lavoro neppure a parlarne e non gli interessa neppure,quindi spaccio furti e quant'altro?.Per questo pagheremo tutti noi,tranne i responsabili che non qualifico come vorrei per ovvie ragioni.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 09/01/2017 - 17:18

Fuori dalle balle! Tutti!

Ritratto di Giano

Giano

Lun, 09/01/2017 - 17:19

Guardatelo bene. E' possibile che questo africano arrivi in Italia senza essere invitato e, non contento di essere mantenuto a spese nostre, vuole anche imporci le sue regole di accoglienza? E' normale? E' accettabile? E' sopportabile ancora a lungo? Ma cosa deve succedere per decidersi a reagire?

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 09/01/2017 - 17:28

Quando sbarcano sanno già tutto: cosa devono dire, come devono comportarsi, ecc.. sembra che ci sia un sorta di immunità per questa gente garantita dai nostri politici PD. E quando si parla di espulsioni tutti fanno bla..bla..bla.. e alzano un polverone che non fa vedere quale è l'obiettivo: espellere chi non ha diritto di stare qui e chi viene a commettere reati, ma aggiungo anche a chi non si integra e chi occupa case ecc..

rasna

Lun, 09/01/2017 - 17:38

Siamo stanchi

VittorioMar

Lun, 09/01/2017 - 17:42

...ricordiamo che la NIGERIA :GALLEGGIA SU UN MARE DI PETROLIO...non E' UNA NAZIONE POVERA anzi ...invece di acquistare armi e fare false GUERRE CIVILI...ONU DOVE SEI ???...una MORATORIA SULL'ACQUISTO DI ARMI NO???...UNA SCUSA PER DEPORTARLI ALTROVE..???...vi basta contare i morti AFFOGATI..??

dondomenico

Lun, 09/01/2017 - 17:43

Perseveranza:- Concordo con lei in tutto, fatta eccezione per la sua distinzione fra "immigrati regolari ed irregolari". Quali sono gli immigrati regolari? Quelli che arrivano sui barconi senza invito, senza documenti, senza nulla di nulla? Per me i "regolari" sono quelli che arrivano con un documento con tanto di visto d'ingresso e vengono controllati dalla Polizia di Frontiera perchè, altrimenti, io non capisco perchè , per andare nei loro paesi, ed io lo sò bene perchè sono stato in Ghana, Costa d'Avorio, Kenia, Tanzania, sono dovuto andare nelle loro ambasciate per chiedere il visto d'ingresso e, mi creda, guerre non ne ho viste! L'EU, e quindi anche l'Italia, a questo punto,potrebbe cancellare quella lista di "idiozie" richieste per ottenere il visto Schengen; basta scrivere.."per venire da noi, basta mettersi su primo barcone e mandare un SOS...vi veniamo a prendere noi e non vi facciamo neanche pagare il biglietto!

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Lun, 09/01/2017 - 17:47

FUORI TUTTI!

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 09/01/2017 - 17:47

Qualche Alto Rappresentante delle Istituzioni italiche e/o europee dovrebbe spiegarmi perché cittadini provenienti dall'Africa Occidentale avrebbero diritto allo status di profugo/rifugiato. Ammesso e non concesso che ne possano aver diritto, che facciano domanda presso l'ambasciata di loro gradimento nel loro rispettivo paese. - - - P.S. : "Alto Rappresentante" perché ha lo stipendio alto.

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 09/01/2017 - 17:56

fuori dalle palle!!! gentiloni e Minniti fate sul serio??? allora iniziate da qui!!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 09/01/2017 - 18:37

Non illudetevi. Ne arrivano migliaia al giorno anche adesso che è inverno con gelo glaciale. A primavera, ne vedremo delle belle, la pressione degli arrivi sarà così alta che tutti gli anni precedenti ci sembreranno bei ricordi. Quanto alle cosiddette "espulsioni" e "rimpatri", esse sono talmente difficili da organizzare, e costose, e pericolose per i politicamente corretti che devono mantenere la loro figura istituzionale, che non esisteranno nemmeno. Oltretutto, gli stati dai quali provengono questi uomini guerrieri "richiedenti asilo" (c'è da mettersi a ridere) possono tranquillamente rifiutare di riprenderseli, e l'italietta chiede scusa. Siamo in mano a politicanti da operetta.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 09/01/2017 - 19:02

Ruspe e lanciafiamme!

DIAPASON

Lun, 09/01/2017 - 19:03

Arrivera` la medicina anche per loro, basta aspettare IL giusto tempo

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 09/01/2017 - 19:16

Se non vi va bene, tornate a casa vostra. E ditelo ai vostri amici, che non è bello venire qui. IL governo che fa? Ne sposta solo altri 100? No? Nemmeno quelli? Che barlafus.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 09/01/2017 - 19:17

Ma cosa aspettano ad usare i lanciafiamme? Questi vanno arrestati ed espulsi in massa, se tolleriamo questa arroganza tra pochi anni questi governano.

edo1969

Lun, 09/01/2017 - 19:22

bellofigo ne canta le gesta

beale

Lun, 09/01/2017 - 19:28

è una questione di cultura....la loro! accetto la società multietnica ma non multiculturale. chiedi asilo in Italia? devi mangiare la salamella da sugo.

laura bianchi

Lun, 09/01/2017 - 19:49

In questo paese ormai totalmente allo sbando....questi la fanno da padrone....lo volete capire che ormai, non c'è più niente da fare???? e c'è ancora chi critica Spirlì,Foa e Rossi...ma VERGOGNATEVI.

perseveranza

Lun, 09/01/2017 - 20:40

Dondomenico: Alla fine credo sia anche una questione di numeri. Capisco che chi viene in modo regolare non possa essere equiparato a chi sbarca buttando i documenti ma gli uni si sommano agli altri e ci deve essere un limite. In una bottiglia da un litro due litri non ci stanno, trabocca. Alla fine l'accoglienza così come concepita oggi in Italia mette per forza di cose gli uNi assieme agli altri perché comunque troppi e destabilizzanti.

Ritratto di Ginaccia

Ginaccia

Lun, 09/01/2017 - 21:26

Brutti razzisti, perché queste disparità?? Ivoriani, Nigeriani, ma anche Gambiani, Senegalesi...perché fare queste odiose differenze? Tutti fuori dall'Italia a calci nel sedere, senza distinzioni!!!

Popi46

Mar, 10/01/2017 - 06:52

Gentiloni e Minniti sono due nullità .I 900 e passa parlamentari e' come se non esistessero anche se li paghiamo profumatamente. I rimanenti ministri in carica o si girano i pollici o dicono bestialità (ad es,Fedeli). Eppure abbiamo la costituzione più bella del mondo,viviamo nel paese più bello del mondo e fra i più ricchi del mondo, abbiamo una propensione alla solidarietà stupefacente, non conosciamo tensioni sociali devastanti, il nostro welfare e' il più generoso,ecc..Così dice la vulgata. Siamo proprio dei MAGHI!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 10/01/2017 - 08:47

Hanno rotto. Ieri vedevo una trasmissione con dei clochard, italiani, in strada e questi che si lamentano. Hanno proprio rotto.