Nuovo "no" per Dell'Utri: respinta istanza di revisione

Il tribunale di Caltanissetta ha respinto l'istanza di revisione del processo a Marcello Dell'Utri

Nuovo "no" per Marcello Dell'Utri: la seconda sezione della Corte d'appello di Caltanissetta ha infatti respinto la richiesta di revisione presentata dai suoi legali per il processo in cui è stato condannato a sette anni di reclusione per concorso in associazione mafiosa.

La decisione blocca automaticamente anche l’istanza di sospensione della pena che era stata avanzata dalla Procura generale del capoluogo nisseno. Si tratta del terzo rigetto su tre istanze di scarcerazione.

I legali dell’ex senatore di Forza Italia avevano presentato l’istanza chiedendo la revisione del processo dopo la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo su Bruno Contrada. La questione ruota attorno alla configurazione "non sufficientemente chiara" del reato di cui Dell’Utri e Contrada sono stati riconosciuti colpevoli. In precedenza la proposta di "estendere" a Dell’Utri le decisioni relative all’ex superpoliziotto era stata rigettata per due volte a Palermo - la seconda il mese scorso - e ora anche la Corte nissena ha detto di no, negando pure la sospensione dell’esecuzione della pena, che era stata chiesta dalla stessa Procura generale di Caltanissetta.

Commenti

Alessio2012

Gio, 08/03/2018 - 23:25

CHE STRANO... MA CHE STRANO...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 08/03/2018 - 23:47

Se gli sparate non fate prima? State perdendo la faccia trattando in modo disumano una persona. Da veri ipocriti, se fosse stato di sinistra.... guai a non liberarlo subito, vero?

leopard73

Ven, 09/03/2018 - 00:03

Lo voglio morto in galera perché amico di BERLUSCONI, questa non è giustizia e solo invidia di certi giudici ai fini della politica clientelare.

Happy1937

Ven, 09/03/2018 - 07:54

Quello di Dell'Utri sarà un omicidio di Stato. D'altronde lui ha un grosso difetto : non è komunista!

pisopepe

Ven, 09/03/2018 - 08:21

SOLITI E INSENSIBILI SEGUACI MARXISTI ANTIDEMOCRATICI FIGLI DI CAMBRONE

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 09/03/2018 - 08:27

forse se era egiziano, e avesse massacrato un carabiniere, lo avrebbero liberato. Ci posso scommettere.

cicero08

Ven, 09/03/2018 - 09:00

dopo il caso Contrada questo atteggiamento non può che apparire immotivato...

Ritratto di giuliano lodola

giuliano lodola

Ven, 09/03/2018 - 09:15

Forse noi comuni mortali lettori non capiamo ma neppure chi uccide ha questo trattamento, anzi, ma cosa ha fatto veramente questo.

apostata

Ven, 09/03/2018 - 09:42

è una storia orrobile, esprimo solidarietà e stima a dell'utri

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 09/03/2018 - 09:56

Per fortuna i sinisrti dicono di essere paladini a difesa d itutte le persone, ma solo quelle orientate a sinistra. Tipico dei "nessuno tocchi Caino" (se è dei nostri) vero? L'ipocrisia è di casa loro.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Ven, 09/03/2018 - 10:31

Stesso trattamento di Sofri, vero ?

MOSTARDELLIS

Ven, 09/03/2018 - 10:40

La follia del secolo della in-giustizia italiana. Ad oggi nessuno ha capito quale reato abbia commesso questo signore e perché la magistratura si sia accanita cosi pervicacemente contro di lui.