Offese e minacce a Stasi su Fb: risarcimento da 16 mila euro

Maria Grazia Montani, sostenendo di aver ricevuto messaggi da Chiara Poggi, aveva pubblicato su Facebook post di accusa nei confronti di Stasi

Aveva creato il gruppo Facebook 'Delitto Garlasco: chiediamo giustizia per Chiara Poggi' sul quale, tra dicembre 2011 e il marzo 2012, ha postato messaggi di accusa nei confronti di Alberto Stasi. Ora Maria Grazia Montani dovrà pagare una multa da 900 euro e versare un risarcimento di 9 mila euro a favore dell'ex studente bocconiano, condannato a 16 anni in via definitiva per l'omicidio della fidanzata, trovata morta la mattina del 13 agosto 2013 nella sua abitazione di Garlasco.

I messaggi sul social

"Stasi sei finito, la tua ora sta per arrivare", "La pagherai", "Non basteranno i proiettili, arriverà la giustizia divina". Questi i messaggi che la donna scriveva su Facebook. Era stato lo stesso Stasi a raccontare in aula durante il processo di essere stato pedinato e oggetto di insulti sul social. L'ex studente della Bocconi aveva spiegato che sulla pagina web c'erano dettagli "sulla mia vita personale. Cioè che facevo festini a sfondo omosessuale e gay e che assumevo sostanze stupefacenti".

Il tribunale

Il giudice monocratico del Tribunale di Milano ha condannato la donna per diffamazione aggravata nei confronti di Stasi. La 51enne è stata invece assolta reato di minacce, in quanto ha già versato al 34enne un assegno di 6 mila euro.

La difesa

Il difensore della donna aveva chiesto l’assoluzione per la sua assistita visto che il "suo è stato un atteggiamento infantile, ingenuo. Lei riteneva di avere un dono e di riuscire a parlare con Chiara Poggi nell’aldilà, non credeva di commettere un reato".

La donna aveva proposto un risarcimento complessivo di 15 mila euro per indurre Stasi a ritirare la querela presentata contro di lei. "Chiedo scusa a Stasi per quello che ho fatto, non sapevo che fosse una diffamazione. Era una storia che mi coinvolgeva molto, parlavo con Chiara, che è dentro di me", ha spiegato la 51enne.

Commenti

maricap

Ven, 06/07/2018 - 19:49

Sequestrategli subito il malloppo, dato che deve risarcire la famiglia dell'ex da lui ammazzata , e per non farlo aveva rinunciato all'eredità