Offriva la figlia disabile per rapporti sessuali: "Volevo solo aiutarla"

L'uomo dava dei compensi a giovani ragazzi e filmava i rapporti intimi. Accusato di violenza sessuale di gruppo ha chiesto il rito abbreviato

"Vuoi venire con mia figlia? Ti do venti euro". Così un padre vendeva la figlia disabile a ragazzi di colore disagiati. Li trovava in giro per la città, li avvicinava e faceva loro la proposta. Poi li filmava mentre avevano dei rapporti sessuali con la 15enne.

Ora è emerso che l'uomo, fermato con l'accusa di violenza sessuale di gruppo, ha chiesto il rito abbreviato per usufruire, in caso di condanna, di un terzo di sconto della pena.

Le indagini

Le indagini erano partite lo scorso settembre dopo la denuncia di un giovane nigeriano: "Sono stato avvicinato da un uomo - aveva raccontato alle forze dell'ordine di Monteverde-. Mi ha proposto un rapporto con la figlia minorenne. Offre venti euro. Fermatelo". Come racconta Il Messaggero, era stato lo stesso giovane a fare da esca permettendo così l'arresto dell'uomo. Secondo le indagini, sarebbero almeno sei gli uomini che sono stati ingaggiati dal padre della 15enne. Due saranno processati insieme all'uomo.

La difesa

"Avrò sbagliato - ha detto il padre 40enne sotto interrogatorio - ma volevo solo aiutare mia figlia. Pensavo che se avesse avuto intimità sarebbe stata meno soggetta a crisi". "Ho registrato solo perché il primo che ha avuto intimità con lei mi ha poi ricattato", ha continuato l'uomo sottolineando di non aver mai fatto circolare i video. "È la mia bambina, non l'ho mai sfiorata", ha poi concluso.

Commenti

dagoleo

Lun, 26/02/2018 - 13:29

Certo che ce ne stà di gente pazza in giro.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 26/02/2018 - 13:45

Chissà quanta fatica vi sarà costata pubblicare questo articolo... il giovane nigeriano buono che fa arrestare lo schivoso e cattivo bianco italico...

Libertà75

Lun, 26/02/2018 - 13:54

@dreamer esattamente come tu pensi questo della redazione, gli altri lo pensano di te quando non commenti a situazioni invertite. Che sia verità in entrambi i casi? Ma, chi può dirlo? Saluti

Tarantasio

Lun, 26/02/2018 - 14:05

'vendeva la figlia disabile a ragazzi di colore disagiati'' ... boh, non capisco la seconda parte...

paperamarisa

Lun, 26/02/2018 - 14:26

Sempre meglio... Ma quasi quasi io proporrei un siffatto genitore per una medaglia, lo porterei ad esempio.... Mostri! Lavori forzati a vita.

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 26/02/2018 - 14:29

---attendo che si sforino i 100 commenti ---il mio sarà il 101nesimo--

Pinozzo

Lun, 26/02/2018 - 14:36

"Così un padre vendeva la figlia disabile a ragazzi di colore disagiati.". Non capisco se Marianna e' in mala fede o se e' veramente una cerebrolesa. Sai cosa significa "vendere"? Vorrebbe dire che i nero pagavano per fare sesso con la ragazzina. Qui e' esattamente il contrario, i ragazzi di colore ERANO PAGATI per fare sesso (e il vecchio filmava, se per compiere atti di onanismo o per rivendere i filmini a altri perversi non e' dato a sapere).

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Lun, 26/02/2018 - 16:44

Padre degenere. È da sperare che la sfortunata ragazza sia affidata ad una struttura protetta.

Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Lun, 26/02/2018 - 17:05

Una volta non era possibile leggere simili strafalcioni, nemmeno nei volantini pubblicitari, figuriamoci nei titoli di giornali. Un padre VENDEVA la figlia PAGANDO. Temo che qui si sia oltre l'ignoranza; potrebbe esserci qualche problema congnitivo o intellettivo. Ci vuole un esperto di processi mentali, prima che un insegnante di italiano, o un maestro di scuola elementare. Perchè ci siamo ridotti così? a CHI serve che siamo ridotti così?

Ritratto di RobertoBello

RobertoBello

Lun, 26/02/2018 - 17:08

...d'altra parte se gli articoli vengono pagati a 0.01 cent a battuta, non si può certo pretendere che vengano scritti da gente come Enzo Biagi...

Mobius

Lun, 26/02/2018 - 18:48

Ora che questo giovane nigeriano si è comportato in modo esemplare, i sinistroidi ci vogliono convincere che sono simili a lui anche gli assassini di Pamela Mastropietro. My God, che teste di cactus...