Olanda, scambio di fiale: 26 donne fecondate con sperma sbagliato

L’ammissione dell’University Medical Center di Utrecht: "Possibile che il padre biologico non sia quello previsto"

Ventisei donne potrebbero aver ricevuto lo sperma da un donatore sbagliato. L'ospedale universitario di Utrecht, in Olanda, ha ammesso l'esistenza di un "errore procedurale" nelle pratiche di inseminazione artificiale effettuato nel centro di procreazione assistita. "Il rischio è ridotto", hanno fatto sapere i responsabili della struttura. Metà delle pazienti hanno già partorito e tutte le coppie coinvolte nella vicenda sono state informate. In particolare durante la fecondazione in vitro -che prevede l'inseminazione di un ovulo tramite la microiniezione di uno spermatozoo- sarebbe stato utilizzato in maniera non appropriata uno strumento potenzialmente contaminato da tracce di sperma appartenente ad un donatore diverso da quello designato.

Commenti

Sabino GALLO

Mer, 28/12/2016 - 23:48

La notizia è incompleta! I figli già nati come sono? Almeno per attenuare la colpa dei medici. Che, tuttavia, non possono mica tenere a bada tutti gli spermatozoi che restano appiccicati alle siringhe, pur di non sentirsi inutili!

Ritratto di Fanfulla

Fanfulla

Gio, 29/12/2016 - 12:24

Per evitare errori, la prossima volta sc....e alla maniera antica !!