Olanda, 12enne rifiuta la chemioterapia. E il giudice gli dà ragione

Un giudice olandese ha deciso che un giovane di 12 anni può scegliere di non sottoporsi alla chemioterapia se non vuole per paura degli effetti collaterali

Un ragazzo di 12 anni, secondo un giudice d'appello olandese, non è costretto a sopporsi alla chemioterapia se non vuole.

Il giovane è stato operato lo scorso anno per un tumore al cervello. Dopo l'intervento e la radioterapia avrebbe dovuto fare anche la chemio ma lui si è rifiutato per paura degli effetti collaterali.

Il caso è così arrivato davanti a un tribunale di primo grado due mesi fa ma il padre ha poi fatto appello. I genitori divorziati hanno adesso opinioni contrastanti: la madre appoggia la scelta del figlio mentre il padre ha portato il caso davanti al giudice.

E la sentenza ha chiarito che lui stesso può decidere sul proprio trattamento e sulla sua salute. Gli psicologi, infatti, hanno ritenuto che il ragazzo sia capace di intendere e di volere.

Commenti

Trinky

Mar, 11/07/2017 - 19:03

Mah, poi non si lamenti se verrà trattato alla stregua di uno dei tanti che ha scelto di morire...... Fossi i genitori comincerei a lasciarlo perdere, tanto lui è capace di intendere e volere......