Olindo Romano: "Presto chiederemo la revisione del processo sulla strage di Erba"

Dopo la condanna all'ergastolo, Olindo Romano e Rosa Bazzi provano a riaprire il processo

Dopo la condanna all'ergastolo, Olindo Romano e Rosa Bazzi provano a riaprire il processo. Gli autori della strage di Erba adesso preparano la contromossa. Olindo dice che spera di riuscire a dimostrare "l'errore giudiziario". Si pente per aver prima confessato il delitto e poi aver ritrattato: "Ho ritrattato semplicemente perché non avendo detto la verità, ho deciso di dirla. Cioè che non eravamo noi gli autori della strage.

Inizialmente, sbagliando, ho pensato che fosse il minore dei mali visto il quadro che ci era stato prospettato. La stessa cosa ha pensato Rosa e siamo finiti nei guai". Poi parla degli incontri con la moglie: "I nostri colloqui, tre ogni mese, sempre al venerdì, punto di riferimento in attesa che ci mettano nello stesso "collegio", se non altro. E a proposito di Azouz Marzouk afferma: "Azouz non mi ha stupito, mi ha fatto piacere. Penso che già da molto tempo aveva capito che non c' entravamo, arrivando poi alla conclusione che conosciamo".