Omicidio Rosboch: la foto del fratellino di Gabriele Defilippi nelle mani degli investigatori

Un altro retroscena si aggiunge al delicato caso dell'omicido di Gloria Rosboch. Ad aggiungere nuovi particolari è stata l'audizione del fratellino tredicenne di Gabriele Defilippi

Un altro retroscena si aggiunge al delicato caso dell'omicido di Gloria Rosboch. Ad aggiungere nuovi particolari è stata l'audizione del fratellino tredicenne di Gabriele Defilippi. Il ragazzino, secondo gli investigatori, sarebbe turbato dalla situazione familiare e soprattutto dopo aver scoperto il presunto coinvolgimento della madre e del fratello nell'omicidio della professoressa. Il ragazzino è stato ascoltato "in un luogo protetto".

Il tredicenne avrebbe rivelato agli inquirenti di averericevuto una minaccia di morte da parte del fratello Gabriele. E dal racconto è emerso che il 53enne Roberto Obert, amante e complice di Gabriele, sarebbe stato un assiduo frequentatore della casa di Gassino, dove Gabriele Defilippi viveva con la madre e il fratellino, appunto. Inoltre gli inquirentio sarebbero stati colpiti da una foto che ritrarrebbe Obert e degli uomini di origine thailandese ritratti accanto al ragazzino, inatteggiamenti equivoci. Il legale di Roberto Obert, intervenuto a Mattino Cinque, ha definito il suo assistito come “un uomo completamente soggiogato da Gabriele” e “incapace di reagire alle direttive impartitegli dal Defilippi”.